LaPresse

L'Italia festeggia i podi di Odette Giuffrida e del rientrante Fabio Basile a Parigi

L'Italia festeggia i podi di Odette Giuffrida e del rientrante Fabio Basile a Parigi

Il 11/02/2019 alle 14:10Aggiornato Il 11/02/2019 alle 14:34

Dal nostro partner OAsport.it

Il Grand Slam di Parigi è andato in archivio ed è tempo di bilanci in casa Italia, che può sorridere per il gradito ritorno alle competizioni di Fabio Basile e per altri risultati di peso ma può recriminare per alcune premature sconfitte sul filo di lana e per un sorteggio poco benevolo. La selezione tricolore, rappresentata a Parigi da 9 atleti (6 uomini e 3 donne), ha complessivamente raccolto quattro qualificazioni per il Final Block collezionando due podi con il terzo posto di Fabio Basile (73 kg) e Odette Giuffrida (52 kg), un quinto posto con Manuel Lombardo (66 kg) ed un settimo con Antonio Esposito (81 kg).

La grande notizia è sicuramente quella del positivo ritorno sul tatami del Campione Olimpico Fabio Basile, il quale si era allontanato dal judo dopo l’eliminazione al primo turno del Mondiale per partecipare al reality televisivo Grande Fratello Vip. Il nativo di Rivoli, archiviata la parentesi televisiva, si è immerso nella stagione pre-olimpica nel migliore dei modi, ovvero tornando su un podio internazionale dopo un’astinenza di sei mesi (l’ultimo podio risaliva al secondo posto nel Grand Prix di Zagabria 2018). Un risultato di grandissimo spessore è arrivato anche dal settore femminile con un podio pesantissimo conquistato da Odette Giuffrida, fermata solamente dalla fortissima giapponese Ai Shishime nella finale di Pool. La romana classe 1994, dopo la delusione iridata di Baku, non ha più sbagliato ed ha messo in fila tre piazzamenti di rilievo consecutivi a cavallo tra la fine della scorsa e l’inizio di questa stagione, tra cui spicca la strepitosa vittoria nel Grand Slam di Abu Dhabi.

Va evidenziato anche il grandissimo exploit di Manuel Lombardo, capace di sconfiggere al secondo turno il due volte campione del mondo e n.1 del ranking Hifumi Abe per poi essere sorpreso ai quarti di finale dal sorprendente moldavo Denis Vieru, judoka di seconda fascia che è esploso nel weekend vincendo il torneo. Il giovane talento azzurro aveva dimostrato di avere un grande potenziale dominando a livello juniores nel 2018, ma si è subito attestato ad ottimi livelli sin dai primi tornei seniores per poi sbocciare in questo inizio di stagione con l’affermazione nel Grand Prix di Tel Aviv e l’ottimo risultato conseguito in Francia. Buon torneo anche per Antonio Esposito, giunto alla quarta qualificazione consecutiva al Final Block senza contare la prematura eliminazione nella rassegna iridata di Baku 2018. L’azzurro ha trovato ormai un’ottima stabilità tecnica che gli permette di avere una buona costanza di rendimento, ma non riesce a mettere insieme i pezzi del puzzle per fare il salto di qualità definitivo a livello globale. Risultato in linea con le aspettative per Matteo Marconcini, Matteo Medves e Nicholas Mungai, i quali si sono imposti nei primi turni a cospetto di avversari alla portata ed hanno poi ceduto il passo alla testa di serie più alta della Pool di appartenenza. Al femminile le altre due azzurre impegnate, Alice Bellandi e Edwige Gwend, sono state eliminate all’esordio al termine di due incontri sul filo di un equilibrio molto sottile che si è interrotto solamente al Golden Score in sfavore delle nostre portacolori.

0
0