Due azzurri sul podio a Shanghai: Bottaro è seconda nel kata, Martina terzo nel kumite

Due azzurri sul podio a Shanghai: Bottaro è seconda nel kata, Martina terzo nel kumite

Il 09/12/2018 alle 12:12

Dal nostro partner OAsport.it

Due italiani salgono sul podio a Shanghai (Cina) nell’ultima tappa stagionale della Serie A di karate. Viviana Bottaro chiude al secondo posto nel kata, mentre Michele Martina al terzo nel kumite -84 Kg. Nulla da fare invece nel kata a squadre maschile, dove entrambe le formazioni della Master Rapid SKF si devono accontentare del quinto posto. Andiamo quindi a scoprire tutti i risultati odierni.

Partiamo dal kata femminile dove Viviana Bottaro viene superata 4-1 in finale dalla campionessa del mondo Sandra Sanchez. La spagnola ha confermato la propria superiorità in questo scontro diretto, ma per la 31enne genovese il secondo posto resta un grande risultato, che chiude al meglio la stagione dopo il bronzo iridato. Completano il podio la giapponese Emiri Iwamoto e l’atleta di Hong Kong Lau Mo Sheung Grace. Spagna che festeggia anche al maschile con Damian Quintero, che travolge 5-0 l’indonesiano Zigi Ahmad Zaresta. Sul terzo gradino del podio salgono i giapponesi Chikashi Hayashida e Issei Shimbaba, mentre Franco Sacristani esce al primo turno dei ripescaggi, battuto 3-2 dal nipponico Kazuma Eguchi.

Nel kata a squadre maschile entrambi i team della Master Rapid SKF vengono sconfitti nella finale per il terzo posto dai giapponesi della Kokushikan University. Petroni, Petrillo e Sacristani sono stati superati per 3-2, mentre Battioli, Bonomelli e Sembinelli con un netto 5-0. Vittoria del Kuwait, che batte 5-0 in finale i nipponici della Yamanashi Gakuin University. Al femminile successo della Spagna che batte 5-0 la Cina, terzo posto per Ronin Australia e Slovacchia.

Passiamo al kumite dove nei -84 Kg Michele Martina torna finalmente sul podio dopo l’oro agli Europei. L’azzurro ha ritrovato brillantezza in questo torneo ed oggi ha vinto 2-0 la finale per il terzo posto contro il francese Farouk Abdesselem. Successo dell’iraniano Zabiollah Poorshab, che batte 2-0 il kazako Igor Chikhmarev, completa il podio l’egiziano Mohamed Ahmed Ramadan. Nei -55 kg si ferma al secondo turno dei ripescaggi il cammino di Viola Lallo. L’azzurra dopo aver battuto 3-1 la francese Ouihaddadene Sabrina, è stata sconfitta con il medesimo punteggio dalla britannica Carla Burkitt. Vittoria dell’ucraina Anzhelika Terliuga, campionessa europea in carica, che batte 4-0 la giapponese Fumika Ishiai, terzo posto per l’altra nipponica Shiori Nakamura e per la brasiliana Valeria Kumizaki.

Per quanto riguarda le altre categorie di peso nei -50 kg la turca Gulsen Demirturk si impone di misura (1-0) sull’austriaca Bettina Plank, terzo posto per la spagnola Nadia Morales e l’atleta di Taipei Gu Shiau-Shuangl. Nei -61 Kg la canadese Haya Jumaa batte per senshu (1-1) la spagnola Cristina Ferrer, completano il podio la cinese Xiaoyan Yin e la giapponese Yuki Kujuro. Nei -68kg la cinese Li Gong domina 4-0 la finale con l’egiziana Feryal Abdelaziz, terzo posto per la turca Eda Eltemur e la giapponese Kayo Someya. Nei +68kg la greca Eleni Chatziliadou si conferma in grande forma e dopo l’oro iridato si impone anche qui, battendo 3-1 la cinese Mengmeng Ga. Completano il podio la giapponese Yuzuki Sawae e la spagnola Isabela Rodrigues.

Al maschile nei -60 Kg l’iraniano Miad Yari Ilzouleh batte per hantei il turco Eray Samdan, terzo posto per l’estone Daniel Rodionov e il brasiliano Douglas Brose. Nei -67 kg impresa dell’egiziano Aly Ismail che batte in finale 3-1 il brasiliano Vinicius Figueira, vicecampione iridato, mentre sul terzo gradino del podio salgono l’iraniano Amir Mehdizadeh e il giapponese Soichiro Nakano. Nei -75kg trionfo dell’ucraino Stanislav Horuna, Grand Winner stagionale, che batte 4-0 in finale il croato Enes Garibovic, terzo posto per il turco Erman Eltemur e il nipponico Yusei Sakiyama. Infine nei +84 kg il tedesco Jonathan Horne si conferma sul gradino più alto del podio dopo l’oro ai Mondiali, battendo 2-1 l’olandese Tyron Lardy, completano il podio il belga Luca Costa e lo statunitense Brian Irr.

alessandro.farina@oasport.it

0
0