Getty Images

L'Italia centra l'oro nel kata femminile a squadre, argenti per Busà e Ferracuti

L'Italia centra l'oro nel kata femminile a squadre, argenti per Busà e Ferracuti

Il 17/02/2019 alle 14:01Aggiornato Il 17/02/2019 alle 14:23

Dal nostro partner OAsport.it

Si chiude con una medaglia d’oro per l’Italia la tappa di Dubai, Emirati Arabi, valevole per la Premier League 2019 di karate. I nostri rappresentanti si sono comportati, sostanzialmente, in maniera positiva, ma non sono riusciti a piazzare l’affondo decisivo nelle prove individuali. L’unico successo è arrivato nella prova a squadre del kata femminile (con Carola Casale, Noemi Nicosanti e Michela Pezzetti) con una prova di grandissimo livello, con la quale le nostre atlete hanno avuto meglio delle rivali iraniane. Nel kumite arrivano gli argenti di Luigi Busà, in ripresa dopo il primo appuntamento di Parigi, e per una splendida Clio Ferracuti. Mattia Busato, invece, conquista la medaglia di bronzo, come Viviana Bottaro, che chiude terza nel programma di kata. Andiamo, quindi, a conoscere nel dettaglio tutti i risultati delle finali odierne della seconda tappa della Premier League di karate 2019.

Finali femminili

KATA FEMMINILE: Medaglia d’oro per la spagnola Sandra Sanchez Jaime davanti alle giapponesi Kiyou Shimizu (argento) e Emiri Iwamoto. Centra il bronzo anche la nostra Viviana Bottaro che ha la meglio su altre due nipponiche, Hikaru Ono e Natsuki Shimizu. Nona posizione per Terryana D’Onofrio, mentre è 11esima Carola Casale. Chiude, invece, in 29esima posizione Noemi Nicosanti.

KUMITE DONNE -50KG: Successo per la turca Serap Ozcelik Arapoglu che supera in finale l’ucraina Kateryna Kryva. Medaglie di bronzo per la francese Sophia Bouderbane e l’egiziana Ahmed Salama Reem. Si ferma in nona posizione la nostra Silvia Sassano.

KUMITE DONNE -55KG: Medaglia d’oro per la rappresentante di Taipei, Wen Tzu-Yun che supera l’ucraina Anzshelika Terliuga. Acciuffano il bronzo la brasiliana Valeria Kuzimaki e l’iraniana Fatemeh Chalaki.

KUMITE DONNE -61KG: La francese Gwendoline Philippe si mette la medaglia del metallo più pregiato al collo, precedendo la fortissima egiziana Giana Lotfy. Terza posizione per l’iraniana Rozita Alipourkeshka e la canadese Haya Jumaa.

KUMITE DONNE -68KG: L’egiziana Feryal Abdelaziz vince la gara sull’azera Irina Zaretska. Si fermano al bronzo la montenegrina Marina Rakovic e la francese Alizee Agier.

KUMITE DONNE +68KG: La nostra Clio Ferracuti viene fermata in finale dalla francese Anne Laure Florentin dopo un percorso davvero eccellente, mentre medaglie di bronzo per l’egiziana Shaaban Okila Menna e per l’inglese Amelia Harvey.

KATA FEMMINILE A SQUADRE: La medaglia d’oro per l’Italia (con Carola Casale, Noemi Nicosanti e Michela Pezzetti) arriva nella gara a squadre grazie ad una prova impeccabile che ha permesso alle nostre rappresentanti di superare l’Iran. In terza posizione troviamo Australia e Russia.

Finali maschili

KATA UOMINI: Il nostro Mattia Busato conquista la medaglia di bronzo a pari merito con il giapponese Issei Shimbasa. La prova se la aggiudica il nipponico Ryo Kiyuna che supera lo spagnolo Damian Hugo Quintero Capdevila. Gli altri italiani: 21esima posizione per Alessio Ghinami, mentre si ferma in 25esima posizione Alessandro Iodice.

KUMITE UOMINI -60KG: Trionfa il Kazakistan con Darkhan Assadilov che conquista la medaglia d’oro, mentre il suo connazionale Kaisar Alpysbay è di bronzo assieme al turco Eray Samdan. L’argento se lo mette al collo il giapponese Yunosuke Minami. Beffa per il nostro Angelo Crescenzo che si classifica in quinta posizione ad un passo dalle finali per le medaglie.

KUMITE UOMINI -67KG: Successo per il francese Steven Dacosta che vince in finale contro il kazako Didar Amirali. Tutte iraniane le medaglie di bronzo con Amir Reza Mirzaei Fashtali e Hamoon Derafshipour.

KUMITE UOMINI -75KG: Luigi Busà si riscatta dopo la prova opaca di Parigi ma non riesce ad aggiudicarsi la finale. La medaglia d’oro, infatti, va al collo dell’iraniano Bahman Asgari Ghoncheh con il nostro alfiere che deve accontentarsi dell’argento. Terza posizione per lo statunitense Thomas Scott e per l’azero Rafael Aghayev.

KUMITE UOMINI -84KG: Il turco Ugur Aktas si aggiudica la finale per l’oro contro l’iraniano Ali Fadakar, mentre i bronzi vanno al francese Farouk Abdesselem e all’iraniano Zabihollah Poorshab. Settima posizione per il nostro Michele Martina.

KUMITE UOMINI +84KG: Successo per il giapponese Hideyoshi Kagawa che strappa l’oro al francese Mehdi Filali, mentre al terzo posto a pari merito si classificano l’iraniano Sajad Ganjzadeh e l’algerino Hocine Daikhi.

KATA UOMINI A SQUADRE: Nell’ultima finale odierna successo per la Turchia sul Kuwait, mentre si fermano alla medaglia di bronzo, invece, Spagna e Iran.

alessandro.passanti@oasport.it

0
0