Twitter

Michele Martina campione europeo nei -84 kg

Michele Martina campione europeo nei -84 kg

Il 12/05/2018 alle 12:58Aggiornato Il 12/05/2018 alle 13:32

Dal nostro partner OAsport.it

Oro thrilling per l’Italia agli Europei 2018 di karate a Novi Sad (Serbia). Michele Martina ha prevalso nella finale della categoria -84 kg contro il croato Ivan Kvesic in un match che sembrava poter gestire con autorità, ma che negli ultimi 30 secondi ha riservato emozioni a non finire. Martina ha piazzato due yuko nelle prime fasi dell’incontro e si è portato sul 2-0, ma un ippon ha consentito a Kvesic di ribaltare la contesa e portarsi sul 2-3.

Quando le speranze ormai sembravano svanire, Martina ha tirato fuori gli artigli e con un altro yuko a 2” dal termine ha trovato il punto del 3-3 che gli è valso la vittoria per senshu, avendo effettuato il primo punto, e la conseguente conquista della medaglia d’oro. Il successo di Martina consacra l’azzurro ai vertici della disciplina dopo il salto di categoria nei -84 kg.

Il giovane talento italiano, infatti, è stato campione europeo under21 nel 2017 nei -75 kg, ma la concorrenza interna di Luigi Busà lo ha indotto a cambiare categoria e a cimentarsi nei -84 kg, con riscontri già piuttosto evidenti. A Tokyo potrà essere un grandissimo prospetto nella +75 kg.

Martina aveva intrapreso la sua scalata verso il podio battendo 5-0 il bielorusso Isakau per poi ripetersi agli ottavi contro il bulgaro Koleshanski, spazzato via con un perentorio 8-0. Ma nei quarti contro l’azero Mamayev è accaduto l’inverosimile. Sul 2-1 per l’azzurro, infatti, Mamayev ha conquistato 3 punti con un ippon molto discusso a tempo praticamente scaduto e ha ottenuto inizialmente il pass per la semifinale contro il portoghese Hernandez.

Il ricorso dell’Italia, però, è stato esaminato quando ormai l’azero era sul punto di qualificarsi per la finale e ha ribaltato l’esito della sfida con Martina, inducendo i giudici ad annullare l’ippon di Mamayev e proiettando l’azzurro in semifinale contro il portoghese Hernandez, poi annichilito con un perentorio 2-0. Ed ora per Martina è arrivata la definitiva consacrazione con la conquista di un oro continentale che lo proietta davvero in una nuova dimensione.

mauro.deriso@oasport.it

0
0