Eurosport

Alex Rins è il nuovo che avanza: ha tutti i numeri per dar fastidio al Cabroncito in futuro

Alex Rins è il nuovo che avanza: ha tutti i numeri per dar fastidio al Cabroncito in futuro

Il 26/08/2019 alle 12:22

Fantastica vittoria di Alex Rins a Silverstone. Lo spagnolo beffa il connazionale Marquez sulla linea del traguardo, al termine di una corsa vinta d'astuzia. Il brutto anatroccolo della Suzuki è il rider della nuova generazione che ha i numeri per dar fastidio al Cabroncito nel futuro. Marquez sconfitto ancora una volta nel finale, ma esce da Silverstone ancora più forte.

Alex Rins, la "New Generation" in grado di infastidire il Cabroncito nel futuro

Marc Marquez, Alex Rins, Maverick Viñales, GP di Spagna, Getty Images

Marc Marquez, Alex Rins, Maverick Viñales, GP di Spagna, Getty ImagesGetty Images

E' un trionfo importante quello di Rins, che rispedisce al mittente tutte le critiche piovutegli addosso negli ultimi tempi. Secondo successo stagionale per lui, tra l'altro storico, dato che la Suzuki non vinceva più di una gara in una stagione nella classe regina addirittura dal 2000. Ma è il modo con cui è arrivata questa vittoria che lascia tutti a bocca aperta: Rins non ha patito in nessun modo tutti i giochetti di Marquez, dai sorpassi ai controsorpassi, sino all'essere buttato fuori pista in pieno rettilineo. E nel finale lo ha battuto in maniera incredibile, al fotofinish. Un'investitura importante per quello che è il pilota della ‘new generation’ che sembra avere le maggiori chance di poter impensierire in futuro il Cabroncito. Serve sicuramente una maggiore costanza di rendimento, e poi anche una moto in grado di vincere ovunque e che recuperi quel gap che ha sul dritto. Ma il pilota c'è, eccome.

Anche Marquez è umano

Il primo sconfitto di ieri è proprio Marc Marquez, che incassa la seconda sconfitta all'ultima curva in due gran premi consecutivi. Due settimane fa il Dovi lo ha passato a Spielberg, stavolta deve inchinarsi a Rins sulla linea del traguardo. Perde di soli 13 millesimi, ma comunque perde. E' un marziano, un fenomeno, un alieno sceso sulla terra per vincere e dominare in questo sport oggi e nei prossimi anni, ma all'ultima curva ogni tanto si riscopre umano, come dimostrano le tante beffarde sconfitte recenti. Ovviamente gli rode perdere, ma almeno è umano.

GARE PERSE DA MARQUEZ ALL'ULTIMO GIRO NEL 2019

GARA PILOTA CHE LO HA BATTUTO
Losail Dovizioso
Mugello Petrucci
Spielberg Dovizioso
Silverstone Rins

Il Cabroncito però allunga, il mondiale ormai è suo

Però, nonostante tutto, l'alfiere di Cervera se la ride e torna a casa da Silverstone ancora più forte. Complice la sfortunata caduta di Dovizioso lo spagnolo allunga nella generale, arrivando a ben 78 punti di vantaggio. Un abisso, che lo potrà far guidare tranquillo nelle prossime gare. E poi bisogna valutare che queste sconfitte all'ultima curva sono sempre arrivate quando Marquez era in testa al mondiale, con tutto da perdere, mentre gli altri (Dovizioso, Lorenzo e, in questo caso, Rins) da perdere avevano ben poco, per cui più propensi all'attacco decisivo. Inoltre Silverstone non doveva essere pista amica di Marquez e della Honda, ma il Cabroncito è arrivato secondo di un niente, battendo le Yamaha che erano, a parole, le grandi favorite in pista. E' sempre la stessa storia: quando ne ha Marc domina, quando non ne ha arriva secondo.

Video - Incidenti, auto con 6 ruote, minacce: gli episodi più particolari accaduti al GP di Spagna

01:42
0
0