Dal 2019 in Moto2 e Moto3 la qualifica si sdoppia, due sessioni come in MotoGp

Dal 2019 in Moto2 e Moto3 la qualifica si sdoppia, due sessioni come in MotoGp

Il 19/11/2018 alle 12:43Aggiornato Il 19/11/2018 alle 13:31

Il programma del sabato dei due campionati sarà uguale a quello della MotoGP, con la divisione in Qualifiche 2 e Qualifiche 1 e con la lotta per la pole ad esclusivo appannaggio dei piloti che sono nella prima sessione. Alla Q2 entreranno i 14 corridori più veloci della combinata delle libere, che saranno sempre tre ma adesso avranno durata di 40 minuti. Le due qualifiche invece dureranno 15 minut

Grandi novità all’orizzonte per il 2019 della Moto2 e Moto3. La recente Gp Commission alla presenza di Carmelo Ezpeleta (ceo Dorna), Paul Duparc (Fim), Herve Poncharal (Irta) e Takanao Tsubouchi (Msma), hanno preso decisioni che riguardano il formato di qualifiche della classi leggere. Il programma del sabato dei due campionati sarà uguale a quello della MotoGP, con la divisione in Qualifiche 2 e Qualifiche 1 e con la lotta per la pole ad esclusivo appannaggio dei piloti che sono nella prima sessione. Alla Q2 entreranno i 14 corridori più veloci della combinata delle libere, che saranno sempre tre ma adesso avranno durata di 40 minuti. Le due qualifiche invece dureranno 15 minuti. Alla Q2 accederanno i 4 più rapidi della Q1 ai quali sarà permesso usare, nel corso delle due sessioni, una gomma posteriore extra a mescola soft.

0
0