Getty Images

Danny Kent condannato a quattro mesi di carcere e licenziato dal team BSB

Danny Kent condannato a quattro mesi di carcere e licenziato dal team BSB

Il 16/08/2019 alle 11:39Aggiornato Il 16/08/2019 alle 11:44

L'ex campione del mondo della Moto3, ultimo iridato britannico a 38 anni dal titolo di Barry Sheene, aveva con sé un coltello. La condanna è stata sospesa.

Dalle stelle alle stalle. Danny Kent, campione del mondo della Moto3 nel 2015 con il Team Leopard, è stato condannato a quattro mesi di carcere, pena sospesa poi dalla condizionale per un anno. L’ex centauro della minima cilindrata è stato riconosciuto colpevole dalla corte di Cheltenam per possesso di un coltello da cucina durante una rissa avvenuta lo scorso 7 marzo.

Una lite in particolare con un uomo di 63 anni anni che, mentre portava a passeggio il proprio cane, ha discusso piuttosto animatamente con il fratello di Kent e con lui stesso. Il possesso dell’arma ha portato alla chiamata della polizia, con il 25enne britannico che si è scusato per l’accaduto, precisando che non vi era alcuna intenzione di usare il coltello contro il 63enne ma per scopi diversi (aprire scatole), stando a quanto riferito dal legale di Kent Howard Ogden. Una brutta pagina per l’ex pilota, che avrebbe fatto volentieri a meno di finire al centro della scena per questo.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Video - Follia in Costarica: balza sulla moto in corsa e tira un pugno al rivale, squalificati per 2 anni

02:01
0
0