Getty Images

Capolavoro Lorenzo, vince a Spielberg dopo un duello super con Marquez! Terzo Dovizioso, 6° Rossi

Capolavoro Lorenzo, vince a Spielberg dopo un duello super con Marquez! Terzo Dovizioso, 6° Rossi
Di Eurosport

Il 12/08/2018 alle 13:50Aggiornato Il 12/08/2018 alle 15:42

In Austria il maiorchino della Ducati sale sul gradino più alto al termine di una spettacolare battaglia col fenomeno della Honda, leader della classifica iridata. Bravo anche Dovi dopo il successo di Brno, Valentino fa il massimo e porta la sua Yamaha alle spalle dei primi.

Che gara di Por Fuera! Grande spettacolo al Red Bull Ring, ormai classico evento di ferragosto della MotoGP 2018, undicesimo atto del mondiale. Un Lorenzo vincente, straordinario, grandissimo nel duello finale su Marc Marquez. Terzo successo stagionale per lo spagnolo sulla Ducati, che supera il Dovi nella generale e si avvicina a Valentino Rossi.

Corsa stupenda, con il trio Marquez-Dovizioso-Lorenzo che fugge via praticamente dal secondo giro. Davanti è il Cabroncito a tirare per lunghi tratti, ma da metà corsa in poi le Ducati tornano sotto con Por Fuera assolutamente scatenato. Il maiorchino attacca, non si fa battere dal duello corpo a corpo dal connazionale della Honda e porta a casa un successo assolutamente meritato.

Marquez però risponde presente. Come l'anno scorso, il Red Bull ring si dimostra pista Ducati, con solo Marc in grado di tenere il ritmo delle moto di Borgo Panigale. Il Cabroncito ci prova in tutti i modi a seminare gli avversari, che però nel finale recuperano. Bello il duello nelle tornate conclusive con Jorge: viene battuto, ma guardando al mondiale sono altri 20 punti d'oro.

Forse il più deluso di tutti oggi è Andrea Dovizioso. L'italiano è sempre con i due spagnoli, ma mai riesce ad impensierirli. Un errore nel finale gli fa perdere il treno della vittoria e così si deve accontentare della terza piazza. Il mondiale è andato, ma soprattutto si vede battere da Jorge nella generale e in numero di vittorie stagionali. Forse è questa la notizia peggiore per lui.

La gara degli umani la vince Crutchlow, lontano una vita dai primi tre. Bravo Cal ad avere la meglio di Danilo Petrucci quinto e di Valentino Rossi sesto. Il Dottore fa un'altra corsa pazzesca: partito 14mo, risale la china pian piano fino a battere i vari Rins, Rabat ed Espargarò. Meglio di così con questa Yamaha non si può proprio fare.

Altro weekend che va in archivio col Cabroncito che allunga nella generale. Il vantaggio su Rossi è di ben 59 punti, ma guardando questa Yamaha fa più paura Lorenzo terzo che però ne ha 71 di ritardo. Solo con alcune debacle di Marquez i giochi si riaprirebbero.

Il tabellino

I 5 momenti della gara

- Pronti via e Dovizioso parte bene e attacca Marquez. Il Cabroncito risponde e i due vanno lungo, con Lorenzo che va in testa. Poi Crutchlow, Rins, Petrucci, Rabat, Zarco, Aleix, Iannone e Rossi.

- Qualche giro dopo Marquez attacca Lorenzo e si porta davanti. I primi tre prendono il largo. Bene Rossi che prova a risalire la top ten, malissimo invece Viñales che chiuderà 13mo.

- Marquez allunga sulle due Ducati che sembrano faticare. Ma è solo un modo per mantenere al meglio le gomme, e infatti dopo metà gara Lorenzo e Dovizioso tornano sotto Marc.

- Al giro 19 Lorenzo passa Marquez in curva 1. Anche il Dovi prova la staccata ma va lungo e perde il treno dei primi due.

- Tornate finali non adatte ai deboli di cuore. Lorenzo sbaglia e Marquez va primo, ma Por Fuera non ci sta e lo ripassa. Nel penultimo giro altro sorpasso e controsorpasso, con Jorge che allunga e vince la terza gara della stagione.

La statistica chiave

Per il terzo anno di fila Ducati vincente a Spielberg, con tre piloti diversi: Iannone, Dovizioso e Lorenzo.

Il tweet da non perdere

Il migliore

Jorge LORENZO : Riesce a fare la gara che vuole. Con la scelta delle soft è costretto a tenere i remi in barca fino a metà corsa, per non rovinare troppo le gomme. Poi la moto lo assiste e recupera. Nel finale è super nel battagliare al meglio con Marquez e uscirne vincitore.

Il peggiore

Maverick VIÑALES: In uno dei weekend più neri della storia recente della Yamaha, Valentino Rossi ne esce in maniera stradignitosa con un grande sesto posto. Lui invece parte male e rimane invischiato nelle retrovie, per poi però non recuperare. 13mo posto finale, delusione.

Video - Marquez vs Rossi, le tappe di una delle rivalità più accese dello sport

01:56
0
0