Getty Images

Le pagelle: Lorenzo show, Marquez sempre più vicino al mondiale, sontuoso Valentino Rossi

Le pagelle: Lorenzo show, Marquez sempre più vicino al mondiale, sontuoso Valentino Rossi
Di Eurosport

Il 12/08/2018 alle 15:43Aggiornato Il 12/08/2018 alle 15:49

E' tempo di dare i voti ai protagonisti del Gran Premio d'Austria, 11mo atto del mondiale della MotoGP 2018. Gara perfetta di Jorge Lorenzo, che porta a casa il terzo trionfo stagionale. Battuto Marc Marquez, il Cabbroncito però allunga ancora nella generale. Dovizioso non tiene il passo dei primi due, bene Crutchlow, altra grande gara di Valentino Rossi.

Jorge LORENZO 10: Riesce a fare la gara che vuole. Con la scelta delle soft è costretto a tenere i remi in barca fino a metà corsa, per non rovinare troppo le gomme. Poi la moto lo assiste e recupera. Nel finale è super nel battagliare al meglio con Marquez e uscirne vincitore.

Marc MARQUEZ 9: Mentre in ogni gara gli avversari si alternano sul podio, lui è sempre li, costante a lottare per il successo. Anche questa volta il Cabroncito è battuto, ma la sua gara è straordinaria. Ci prova a staccare le Ducati all'inizio, poi si fa recuperare ma non molla e combatte contro Lorenzo sino all'ultimo. Altri 20 punti d'oro, il mondiale può solo perderlo lui.

Andrea DOVIZIOSO 7: Uno dei più delusi di oggi. Parte bene ma Marquez lo manda lungo e si ritrova terzo. Poi non riesce più a farsi vedere. Sembra averne di più di Jorge, ma è solo una impressione. Poi sbaglia in curva 1 e si chiama fuori dalla lotta per il successo. Peccato: dopo la vittoria di Brno su Lorenzo, stavolta incassa una sconfitta in famiglia che pesa.

Cal CRUTCHLOW 8: Maestoso in quarta piazza, lontano però una vita dai migliori. Ha il merito di battere Danilo Petrucci, e su questa pista mica è poco.

Danilo PETRUCCI 6: Con questa Ducati a Spilberg bisogna lottare per essere davanti. Invece prende 13 secondi dal vincitore e si fa battere anche dal buon Cal.

Valentino ROSSI 8: Ennesima gara sontuosa del Dottore che, con una moto palesemente inferiore, fa il 200% e chiude sesto. Weekend complesso a dire poco, con l'eliminazione in Q1, la sfuriata alla Yamaha e le clamorose scuse del team giapponese. Ma grazie al talento sconfinato riesce a sopperire alle carenze della moto. Solito animale da gara ormai da 20 anni.

Alex RINS 6: Crolla sul più bello. Bene la prima parte di gara, in lotta con Crutchlow, poi crolla nel finale con l'ottava posizione guadagnata.

Andrea IANNONE 5: Peccato per quell'errore, ma la sua gara non era comunque ottima anche prima, dato che era ai margini della top ten. Chiude anche dietro ad un inguardabile Viñales,

Maverick VIÑALES 4: In uno dei weekend più neri della storia recente della Yamaha, Valentino Rossi ne esce in maniera stra-dignitosa con un grande sesto posto. Lui invece parte male e rimane invischiato nelle retrovie, per poi però non recuperare. 13mo posto finale, delusione.

Video - Marquez vs Rossi, le tappe di una delle rivalità più accese dello sport

01:56
0
0