Eurosport

Marquez: "Abbiamo fatto un bel giro", Dovizioso: "Sarà tosta, meglio se non piove"

Marquez: "Abbiamo fatto un bel giro", Dovizioso: "Sarà tosta, meglio se non piove"

Il 11/08/2018 alle 16:00Aggiornato Il 11/08/2018 alle 18:24

Lo spagnolo della Honda conquista la pole position nel GP d'Austria battendo il forlivese della Ducati per appena 2 millesimi. Lorenzo completa la prima fila, seguono Petrucci, Crutchlow e Zarco, soltanto 14esimo Valentino Rossi.

Per soli 2 millesimi Marc Marquez batte Andrea Dovizioso e conquista la pole position nel Gran Premio d'Austria di MotoGP. Sarà quindi lo spagnolo della Honda a partire davanti a tutti sul circuito del Red Bull Ring a Spielberg: in prima fila con l'asso di HRC ci sono le due Ducati ufficiali di Dovizioso e Lorenzo mentre quarto è Danilo Petrucci, che apre la seconda fila. Qualifiche da dimenticare per Valentino Rossi: il dottore partirà dalla 14esima piazzola.

Marc Marquez (pilota Honda)

" Sì, Dovi mi ha dato del bastardo (ride), è stata una buona qualifica, all'ultima curva quasi vado fuori pista, ma è stata una grande battaglia da parte di tutti anche se le condizioni non erano ideali per fare il record. Qui la Ducati è forte, non sappiamo se noi saremo quelli di Brno, ma proveremo a difendere la posizione e attaccare in gara se ci saranno le condizioni per farlo. Altrimenti punterò a conquistare punti utili."

Andrea Dovizioso (pilota Ducati)

" Gli ho detto 'Bastardo', mi ha battuto per 2 millesimi, ci ha preso gusto.... Per il resto la scelta delle medie ha funzionato, e non lo credevo possibile: ci abbiamo pensato un minuto prima di uscire ed è andata bene. La qualifica però è stata strana, forse per la pioggia, ma non mi aspettavo questo tempo, davvero ottimo con la media. Noi non eravamo tanto a posto, ma siamo veloci, spero che in gara non piova e credo che sia tutto aperto. Vedremo anche come sarà la pista perché era diversa dal venerdì e sarà diversa da domani: credo che Marquez abbia molta voglia di vincere qui, temo sia un osso duro."

Jorge Lorenzo (pilota Ducati)

" Mancavano ancora 4' alla fine e forse si poteva mettere una gomma nuova davanti che poteva aiutarmi a fare la pole . Il tempo però è ottimo e la prima fila molto importante, per la gara è tutto aperto e dipenderà molto da consumo e gomme."

Danilo Petrucci (pilota Ducati Pramac)

" Ci stimo mettendo d'accordo con il Dovi per fregarlo. Siamo a posto, io ho usato la gomma hard dietro, ma non sappiamo cosa useremo in gara perché c'è un grosso calo del pneumatico e la dura non mi ha dato tanto feedback e cala anche lei in modo importante. Vedremo, spero di lottare vicino al podio."

Valentino Rossi (pilota Yamaha)

" Le scuse del boss Yamaha? Sono contento ma mi piacerebbe che facessero più una moto veloce. E' da un anno che non si riesce a migliorare, così diventa frustrante ed è difficile dare il massimo. Honda e Yamaha sembrano evoluti quasi come un team di F1, lavorano ad esempio sull'elettronica. Noi forse siamo rimasti indietro, però non so il perché. Oggi sono stato anche sfortunato, perché l'unico turno per entrare nei 10 era il primo, poi ha sempre piovuto. Poi ho rotto la moto. Peccato, altrimenti sarei partito davanti. Purtroppo con la gomma soft facevo fatica, siamo in difficoltà. Sapevo che c'era da soffrire ma speravo meno. Domani speriamo sia asciutto, sarà una gara difficile ma dobbiamo provarci per prendere un po' di punti."

Video - Lorenzo: "E’ un peccato lasciare Ducati ora che mi ero innamorato della moto…"

01:07
0
0