From Official Website

Moto2: finalmente Franco Morbidelli! In Qatar arriva il primo successo nel mondiale

Moto2: finalmente Morbidelli! In Qatar arriva il primo successo nel mondiale

Il 26/03/2017 alle 18:44Aggiornato Il 26/03/2017 alle 20:41

Dopo i 5 podi consecutivi conquistati nel finale della passata stagione, il 22enne pilota romano del team Marc Vds festeggia il primo successo iridato nella classe Moto2 nella prima gara del 2017. Weekend perfetto per il pupillo di Valentino Rossi che scattato dalla pole position ha vinto la gara da dominatore, infliggendo distacchi abissali agli avversari e chiudendo davanti a Luthi e Nakagami.

Gli mancava solamente la vittoria, per confermare di essere non solo un grandissimo talento ma un pilota maturo e pronto per lottare per il mondiale Moto2, è arrivata nella prima gara dell’anno. Franco Morbidelli alla sua 54esima gara nel motomondiale, coglie il primo successo iridato nel modo più bello: con una gara dominata dalla prima all’ultima curva e chiusa a braccia alzate. Weekend perfetto per il 21enne pilota romano del team Kalex Marc Vds che, dopo aver dominato tutti i turni di prove libere ed essersi portato a casa ieri la prima pole position della stagione, ha rotto il ghiaccio e la maledizione ottenendo il primo meritatissimo successo nel mondiale. Stratosferica la crescita di questo ragazzo, che appena 6 anni fa debuttava nell’Europeo Superstock 600 ed oggi è uno dei più solidi e credibili talenti italiani del motociclismo italiano. Morbidelli diventa il primo pilota italiano a vincere nella classe di mezzo in Qatar dal 2008 (l’unico a riuscirci, prima di oggi, era stato Mattia Pasini) e festeggia il 10° podio iridato della sua carriera, il 6° nelle ultime 6 gare del mondiale Moto2.

Scattato dalla pole position, Morbidelli ha lasciato solamente le briciole al coriaceo Luthi, l’unico nelle prime battute in grado di girare sui suoi stessi tempi. Dopo aver studiato il rivale ed avergli ceduto la prima posizione per qualche curva, il romano nel corso del secondo giro si è rimpossessato della testa della corsa e ha iniziato a spingere come un dannato. Forte di un ritmo semplicemente insostenibile per tutti, Morbidelli è giunto al traguardo con oltre 3” di margine su Luthi e Nakagami, i due piloti che hanno chiuso il podio. Quarto posto per Oliveira che precede Alex Marquez e un sorprendente Luca Marini, 6° con la Kalex del team Forward. Nella top 10 anche Lorenzo Baldassarri mentre festeggia i primi punti iridati anche Pecco Bagnaia (12°). Più attardati gli altri italiani: Corsi (17°), Pasini (24°), Manzi (29°).

"Questa vittoria è il coronamento di un sogno"

" Considerando da dove vengo, è una straordinaria sensazione - ha raccontato ai microfoni di SkyMotoGP - Non me l’aspettavo di vincere così, ho imposto il mio ritmo e sono riuscito ad andarmene. Questa vittoria è un coronamento di un sogno, ho fatto tanto fatica ad arrivare in un buon team. Dall’Austria, quando ho colto il primo podio, non è successo niente: sono semplicemente cresciuto, sono migliorato come persona e ho lavorato più a fondo per migliorare la mia moto. Da metà dell’anno scorso spero di essere uno dei più forti, tutti possono andare forte. L’obiettivo è quello di essere tra i più forti del lotto per tutta la stagione."

L'ordine di arrivo

1° Morbidelli (Italia-Kalex)

2° Luthi (Svizzera-Kalex)

3° Nakagami (Giappone-Kalex)

4° Oliveira (Portogallo-Ktm)

5° Marquez (Spagna-Kalex)

6° Marini (Italia-Kalex)

7° Quartararo (Francia-Kalex)

8° Baldassarri (Italia-Kalex)

9° Vierge (Spagna-Tech3)

10° A. Pons (Spagna-Kalex)

0
0