Getty Images

Marquez in pole a Austin davanti a un super Rossi! Dovizioso eliminato nel Q1

Marquez in pole a Austin davanti a un super Rossi! Dovizioso eliminato nel Q1

Il 13/04/2019 alle 21:55Aggiornato Il 13/04/2019 alle 22:20

Qualifiche intense ad Austin per il terzo atto del mondiale della MotoGP 2019. In Texas non c'è storia e Marc Marquez conquista la seconda pole di questa stagione. Non lontano dal Cabroncito un super Valentino Rossi, che si ferma a 2 decimi dal fenomeno di Cervera. Chiude la prima fila Crutchlow. Male Andrea Dovizioso, eliminato nel Q1 e domani partirà 13mo.

Austin è sempre casa sua. Marc Marquez conquista l'ennesima pole position negli USA ed è il favorito assoluto per il Gran Premio di domani. Il Cabroncito fa il miglior tempo nelle FP4 per poi ripetersi nel Q2 decisivo. Lo spagnolo batte un grande Valentino Rossi e un fenomenale Cal Crutchlow.

In verità il Campione del mondo non domina però come al solito in Texas, per colpa delle condizioni abbastanza atipiche di oggi della pista e di un setup della Honda non perfetto. Il nubifragio della mattina, con le FP3 saltate, rendono il tracciato più scivoloso e in diversi faticano con queste condizioni differenti. Nonostante ciò Marquez fa il miglior crono nel primo tentativo del Q2, rifilando due decimi al Dottore e in gara ha il ritmo per andarsene.

Super Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia trova un gran feeling con la sua M1 ed è l'unico ad avvicinarsi a Marc. Per domani l'obiettivo è il secondo posto, Marquez è troppo lontano. Bravissimo Crutchlow a chiudere la prima fila.

Tanti i delusi, primo fra tutti Maverick Viñales. Lo spagnolo non riesce a rifare il tempo di ieri e si ferma al sesto posto. Ancora più in difficoltà Andrea Dovizioso, addirittura eliminato nel Q1. Gara in salita per l'italiano, che sicuramente rimonterà dalle retrovie ma il podio sembra molto lontano.

La griglia di partenza

POSIZIONE RIDER MOTO DISTACCO
1 Marc Marquez Honda -
2 Valentino Rossi Yamaha +0.273
3 Cal Crutchlow Honda +0.360
4 Jack Miller Ducati +0.629
5 Pol Espargarò KTM +0.685
6 Maverick Viñales Yamaha +0.702
7 Alex Rins Suzuki +0.747
8 Danilo Petrucci Ducati +0.909
9 Fabio Quartararo Yamaha +1.154
10 Franco Morbidelli Yamaha +1.491

I 5 momenti della qualifica

- FP4 fondamentali per saggiare la pista. Si comincia con l'asfalto molto bagnato, che però in breve si asciuga e così i riders passano alle slick. In queste condizioni miste il più forte è sempre Marc Marquez, che rifila distacchi abissali agli avversari.

- Q1 con tanti big in lotta per il Q2. E' bagarre per la qualificazione, con Lorenzo, Dovizioso, Petrucci, Mir e Aleix che si alternano in vetta.

- Dovizioso, con qualche difficoltà, fa inizialmente il miglior tempo, ma è Jorge Lorenzo a far saltare il banco. Por Fuera si porta il testa e ottiene il best lap. Nel finale è Petrucci a eliminare il compagno di squadra, mentre il Dovi è fuori per 16 millesimi.

- Marquez detta subito legge nel Q2, rifilando un secondo a tutti. Secondo è Rossi, poi Miller e Viñales. Lorenzo rompe la catena e deve cambiare moto, cade Bagnaia.

- Nel giro decisivo Marquez non migliora, mentre Valentino si avvicina a 2 decimi dal Cabroncito. Bravo Crutchlow a issarsi in prima fila. Quarto Miller, poi Pol e Viñales.

La dichiarazione

Valentino ROSSI: "Sono contento perché siamo stati veloci in tutte le prove. Sono riuscito a guidare bene, mi sento bene con il setting della moto. Bisogna vedere le condizioni della pista di domani. E' da un po' che la Yamaha va bene, sto lavorando bene col mio team".

La statistica chiave

7 - Sono sette le pole consecutive di Marc Marquez ad Austin. La Honda conquista la 12ma pole consecutiva negli USA.

Il tweet da non perdere

Il migliore

Marc MARQUEZ: Ieri non ha dominato come al solito, ma già nelle FP4 recita la parte del Leone. In qualifica, nonostante una Honda tutt'altro che a posto, conquista l'ennesima prima fila della sua carriera nello snake texano. Domani ha il ritmo per andarsene.

Il peggiore

Andrea DOVIZIOSO: E' lui il peggiore di oggi. Con una Ducati comunque in forma, Andrea rimane clamorosamente fuori per pochi millesimi. Un peccato, nato nelle FP2 ieri pomeriggio. Domani dovrà recuperare dalle 13ma posizione, non sarà facile.

Video - Bagnaia: "Il primo mondiale è indimenticabile, con la Ducati MotoGP feeling subito ottimo"

02:04
0
0