Getty Images

Marquez suonerà la settima, Valentino Rossi può salire sul podio: le 5 domande sul GP di Austin

Marquez suonerà la settima, Valentino Rossi può salire sul podio: le 5 domande sul GP di Austin

Il 12/04/2019 alle 08:51Aggiornato Il 12/04/2019 alle 09:35

Nel weekend la MotoGP scenderà in pista per il terzo atto stagionale del Mondiale 2019. Occhi puntati sul Cabroncito Marc Marquez, che in Texas cercherà di vincere per il settimo anno consecutivo il GP. Eguaglierebbe il record di Rossi al Mugello. Attesa per vedere cosa otterrà Yamaha e Ducati dalla pista texana. Andrea Iannone e Jorge Lorenzo alla disperata ricerca di risultati.

1) C'è qualcuno che può battere Marquez ad Austin o il pronostico è scritto?

Marc Marquez esulta per la vittoria a Termas de Rio Hondo, Getty Images

Marc Marquez esulta per la vittoria a Termas de Rio Hondo, Getty ImagesGetty Images

I record dei GP vinti consecutivamente in MotoGP

PILOTA PISTA PERIODO
Valentino Rossi Mugello 7 di fila (Dal 2002 al 2008)
Marc Marquez Austin 6 di fila (Dal 2013 al 2018) IN CORSO
Marc Marquez Sachsenring 6 di fila (Dal 2013 al 2018) IN CORSO
Casey Stoner Phllip Island 6 di fila (Dal 2007 al 2012)

Gli uiltimi 15 GP disputati negli USA, sempre vinti dalla Honda

PILOTA PISTA ANNO
Marc Marquez Austin 2018
Marc Marquez Austin 2017
Marc Marquez Austin 2016
Marc Marquez Austin 2015
Marc Marquez Indianapolis 2015
Marc Marquez Austin 2014
Marc Marquez Indianapolis 2014
Marc Marquez Austin 2013
Marc Marquez Indianapolis 2013
Marc Marquez Laguna Seca 2013
Casey Stoner Laguna Seca 2012
Dani Pedrosa Indianapolis 2012
Casey Stoner Laguna Seca 2011
Casey Stoner Laguna Seca 2011
Dani Pedrosa Indianapolis 2010

2) Ducati ad Austin riuscirà a limitare i danni salendo sul podio?

Dove Marquez va fortissimo, spesso la Ducati non riesce ad esprimere al meglio il suo potenziale. E' così in Argentina e storicamente la stessa musica si ripete ad Austin. Negli ultimi due anni sono arrivati risultati pessimi per la moto italiana e l'ultimo podio del Dovi è datato 2015 su questa pista. L'impressione è che anche domenica sarà gara in difesa per la Desmosedici: il binomio Marquez-Honda sembra inarrivabile, l'obiettivo è salire sul podio, esattamente come a Termas de Rio Hondo, magari non facendosi mettere i piedi in testa da Yamaha.

La Ducati ad Austin

ANNO RISULTATI
2018 Dovizioso 5°, Lorenzo 11°
2017 Dovizioso 6°, Lorenzo 9°
2016 Iannone 3°, Dovizioso RIT
2015 Dovizioso 2°, Iannone 5°
2014 Dovizioso 3°, Crutchlow RIT
2013 Dovizioso 7°, Hayden 9°

3) Quale Yamaha vedremo?

Valentino Rossi è salito sul podio due volte su sei partecipazioni al GP di Austin, Getty Images

Valentino Rossi è salito sul podio due volte su sei partecipazioni al GP di Austin, Getty ImagesGetty Images

4) Riuscirà finalmente Jorge Lorenzo ad entrare almeno in top ten?

" La prima parte della stagione non sarà facile per lui, ma speriamo che una volta che si sarà abituato alla moto possa tornare a lottare per le prime posizioni"

Questo è un estratto dell'intervista fatta ad Alberto Puig, Team Manager Honda HRC. Frasi che certamente non caricano lo spagnolo in vista del Gran Premio del Texas, dove è chiamato al riscatto dopo le prime due corse tutt'altro che memorabili. Por Fuera ci ha abituato a toccare il fondo più volte per poi tornare clamorosamente in vetta, come è accaduto anche lo scorso anno in Ducati. Sicuramente si aspettava di far fatica con la nuova RC213V, ma non così tanta. Il problema è che, dall'inizio dell'anno a causa della frattura al polso e di una serie di infortuni rimediati in una serie di cadute in Qatar, il maiorchino è lungi dall'essere al 100% della condizione. L'altro guaio è che il suo vicino di box ha dominato in Argentina e rischia di stravincere anche ad Austin, per cui Jorge Lorenzo deve dare segnali di vita. L'obiettivo è entrare in top ten per la prima volta in stagione.

I risultati di Jorge Lorenzo ad Austin

ANNO RISULTATO
2018 11°
2017
2016
2015
2014 10°
2013

5) Iannone e l'Aprilia daranno segnali di vita?

Ormai si parla più di lui delle sue "imprese" fuori dalla pista che in gara. Sempre al centro del gossip, Andrea Iannone è stata la più grande delusione di quest'inizio di stagione. Mentre Aleix Espargarò è costantemente tra i primi 10, il pilota di Vasto ha faticato in Qatar cadendo addirittura nel giro di rientro, in Argentina invece è riuscito ad essere ultimo sia in qualifica che in gara. Le aspettative su di lui erano altissime a Noale, al momento totalmente disattese. L'anno scorso è andato a podio qui in Texas, speriamo possa essere di buon auspicio, per tornare almeno ad avvicinarsi alle posizioni che contano.

0
0