LaPresse

Lorenzo: "Non ho cambiato idea sul sorpasso di Valentino Rossi, l'ho rafforzata"

Lorenzo: "Non ho cambiato idea sul sorpasso di Rossi, l'ho rafforzata"
Di LaPresse

Il 22/09/2016 alle 18:00Aggiornato Il 22/09/2016 alle 18:04

Il pilota spagnolo della Yamaha ribadisce la propria posizione alla vigilia del weekend di Aragon: "Adesso vediamo quello che può succedere ad Aragon. Due anni fa ho vinto in condizioni difficili, l’anno scorso in condizioni normali. Di solito non è un tracciato adatto alla Yamaha, ma non vedo l’ora di capire quale sarà la performance della mia moto".

La polemica non si affievolisce, affatto. Se l’impressione generale era che Jorge Lorenzo avrebbe allentato la tensione in casa Yamaha dopo l’attacco a Valentino Rossi nel post-gara di Misano, i fatti hanno dato un primo riscontro ben differente. Perché il pilota spagnolo, nella conferenza stampa di presentazione del GP di Aragon, ha deciso di confermare la propria linea. E, se possibile, di rincarare la dose.

" "Non ho cambiato idea, anzi...""

L’analisi del campione iridato in carica è la stessa di due settimane fa. “A distanza di tempo non ha cambiato idea sul sorpasso di Rossi – ha dichiarato Lorenzo -. Anzi, ho rafforzato la mia opinione sul fatto che si sia trattata di una manovra scorretta. Dopo Misano ero un po’ deluso perché mi aspettavo di poter lottare per la vittoria, anche se sapevo che non avevo il ritmo migliore. Non mi aspettavo nemmeno che potesse vincere Dani, che aveva un ritmo migliore del mio. Adesso vediamo quello che può succedere ad Aragon. Due anni fa ho vinto in condizioni difficili, l’anno scorso in condizioni normali. Di solito non è un tracciato adatto alla Yamaha, ma non vedo l’ora di capire quale sarà la performance della mia moto”.

Valentino Rossi, 2016, Yamaha (LaPresse)

Valentino Rossi, 2016, Yamaha (LaPresse)LaPresse

Flamigni: "Lorenzo non aiuterà Rossi"

Intanto il telemetrista del Dottore, Matteo Flamigni, ha spiegato al Corriere dello Sport quelli che saranno gli scenari in casa Yamaha da qui alla fine del motomondiale. “Rossi è motivatissimo, sempre concentrato sull’obiettivo – ha dichiarato – anche se raggiungere un Marquez che si è messo a fare il ragioniere è difficile. Il clima nel nostro team è ottimo. Per esempio, io divido la stanza con Davide Marelli, il telemetrista di Lorenzo. Lui e Vale hanno qualche scaramuccia, ma ci sta. Se Jorge aiuterà Rossi? No, non lo farà mai. Come del resto tutti gli altri piloti. I campioni sono così e, nel corso della mia carriera, non ho mai assistito ad un ordine di scuderia”.

VIDEO: Le vittorie più belle di Rossi

0
0