Getty Images

Strike di Lorenzo che atterra Dovi, Viñales e Rossi. Primo Marquez, poi Quartararo

Strike di Lorenzo che atterra Dovi, Viñales e Rossi. Primo Marquez, poi Quartararo

Il 16/06/2019 alle 14:41Aggiornato Il 16/06/2019 alle 17:21

Gara incredibile a Barcellona. Il Cabroncito è bravo, ma anche fortunato: vince in solitaria, ma ringrazia il compagno di squadra per lo strike incredibile. Nei primi giri Lorenzo sbaglia e in un colpo solo butta giù Dovizioso, Viñales e Rossi. Marquez vince in solitaria davanti a Quartararo e Petrucci, al terzo podio consecutivo.

Bravo, fenomenale, alieno, ma anche fortunato. Parliamo di Marc Marquez che a Barcellona coglie il quarto successo stagionale, anche questo avvenuto in solitaria, dominando sugli altri. Il Cabroncito vola nella generale, sfruttando l'incredibile crash che coinvolge tutti gli altri.

Si perché, come detto, il Cabroncito oggi è fortunato. Cosa è accaduto alle sue spalle? Di tutto. Riavvolgiamo il nastro: siamo al quarto giro con Marquez in testa davanti a Dovizioso, Viñales, Lorenzo e Rossi. Por Fuera prova il sorpasso su Maverick ma va lungo e cade, facendo strike e buttando giù tutti, tranne Marquez. Il Cabroncito stavolta deve ringraziare il compagno di squadra per una vittoria facile facile.

Incredibile errore del maiorchino. Uno sbaglio da rookie, un incidente veramente assurdo. Parte bene Lorenzo, ma preso dalla foga decide di provare a superare tutti gli altri facendo il disastro. Primo zero stagionale del Dovi, assolutamente incolpevole, come Viñales e Rossi.

Ne approfitta il buon Fabio Quartararo che finalmente porta a casa il primo podio stagionale. Forse il francese sbaglia le gomme, scegliendo le dure a differenza di Marquez che usa le soft. Nonostante ciò arriva a podio davanti a Petrucci. Il Petrux si conferma con il terzo podio consecutivo. Ora si spera che il rinnovo di contratto sia ufficiale a breve con la Ducati ufficiale.

Delude Rins. O meglio: lo spagnolo va forte, sempre in lotta con Petrucci e Quartararo, ma nel finale sbaglia e va lungo finendo quarto davanti a Miller e Mir. Tante cadute. Oltre al big crash finiscono a terra Smith, Crutchlow, Morbidelli e Bagnaia, con soli 13 piloti al traguardo.

Ora si lascia la Spagna per andare ad Assen. Marquez ha 37 punti di vantaggio su Dovizioso, 39 su Rins e 42 su Petrucci. Inutile dire che ora può solo perderlo, nonostante manchi una vita a fine stagione.

L'ordine d'arrivo

POSIZIONE PILOTA MOTO DISTACCO
1 Marc Marquez Honda -
2 Fabio Quartararo Yamaha +2.660
3 Danilo Petrucci Ducati +4.537
4 Alex Rins Suzuki +6.602
5 Jack Miller Ducati +6.870
6 Joan Mir Suzuki +7.040
7 Pol Espargarò KTM +16.144
8 Takaaki Nakagami Honda +17.969
9 Tito Rabat Ducati +22.661
10 Johann Zarco KTM +26.228

I 5 momenti della gara

- Pronti via e Dovizioso va in testa davanti a Viñales, Marquez e un buon Lorenzo quarto. Male Quartararo che perde diverse posizioni. Quinto Petrucci, poi Rossi e Rins.

- Ma al terzo giro succede l'impossibile: Lorenzo va un po' lungo in frenata e scivola, facendo strike e buttando giù Dovizioso, Viñales e Rossi. Marquez ringrazia e se ne va, ma errore incredibile di Por Fuera.

- Il Cabroncito si ritrova con una vita di vantaggio su Petrucci, poi Rins, Quartararo, Miller, Mir, Pol, Nakagami, Crutchlow e il Morbido. Bella la lotta per il podio tra Petrux, Rins e El Diablo, con lo spagnolo che riesce a superare l'italiano a metà gara.

- Nel finale, mentre Marquez vola in solitaria verso la vittoria, dietro Rins sbaglia e perde tempo, Quartararo batte Petrucci e arriva secondo davanti all'italiano. Quarto Rins, poi Miller e Mir.

La statistica chiave

Primo podio in carriera per Fabio Quartararo. Marquez continua la sua striscia: quando arriva al traguardo finisce o primo o secondo.

La dichiarazione

Danilo PETRUCCI: "Gara difficile sin dall'inizio. Ho fatto fatica in trazione. Sono stato fortunato a rimanere fuori dal crash. Avevo un buon passo, sapevo che Rins e Quartararo avevano più ritmo di me e sono quindi contento per il podio. Devi ringraziare il team per questo risultato".

Il tweet da non perdere

Il migliore

Marc MARQUEZ: Gli va sempre tutto bene. Anche oggi è straordinario, ma anche fortunato. Certo, se si sta davanti è più difficile correre rischi e lui ne approfitta in pieno. Quarta vittoria stagionale, vola nella generale.

Il peggiore

Jorge LORENZO: Che dire, errore da dilettante, non da cinque volte campione del mondo. Parte bene e decide di affondare il colpo, ma la troppa foga lo condanna. Purtroppo fa strike e si porta giù il mondo intero, col compagno di squadra che ringrazia.

Video - Incidenti, auto con 6 ruote, minacce: gli episodi più particolari accaduti al GP di Spagna

01:42
0
0