Getty Images

Andrea Dovizioso-Ducati, il matrimonio continuerà: "Siamo ai dettagli per il rinnovo"

Andrea Dovizioso-Ducati, il matrimonio continuerà: "Siamo ai dettagli per il rinnovo"
Di LaPresse

Il 17/05/2018 alle 17:11Aggiornato Il 17/05/2018 alle 18:19

Il pilota forlivese, dopo un'estenuante trattativa, è vicinissimo a rinnovare il proprio contratto con la casa di Borgo Panigale e lo ha confermato a margine della conferenza stampa che ha preceduto il weekend di Le Mans: "Non c’è l'ufficialità, ma siamo vicini. Siamo ai dettagli, non è ancora tempo di ufficializzare la cosa ma siamo vicini".

Tutto è bene quel che finisce bene. Ducati ed Andrea Dovizioso non possono ancora pronunciare la frase ma l’impressione è che, dopo un tira e molla estenuante fatto di schermaglie, proposte e rumors più o meno veri, la casa di Borgo Panigale e il pilota forlivese sono pronti a prolungare il proprio legame e a firmare l’agognato rinnovo di contratto. A confermare che dopo la burrasca, splende di nuovo il sereno nel rapporto fra il Dovi e la casa bolognese è stato lo stesso pilota romagnolo che ai microfoni di Sky ha confermato come la trattativa sia ai dettagli.

" Ci siamo avvicinati negli ultimi giorni, tutto procede bene, ma mancano ancora alcuni dettagli da sistemare e per questo motivo non c’è ancora un annuncio – ha spiegato Dovizioso – L’annuncio? Arriverà quando arriverà, il mio manager, Simone Battistella, arriverà questa sera e si occuperà di definire questi ultimi dettagli. "

Alla fine dunque ha vinto il realismo e la logica di non voler rompere un legame che dura ormai da 6 stagioni e che sta finalmente pagando dividendi. Dovizioso, vicecampione in carica, dopo aver sviluppato nel corso degli anni la Desmosedici è, dalla passata stagione, l’unico pilota che ha saputo impensierire Marc Marquez e soprattutto ha riportato la Ducati a risultati che non si vedevano dai tempi di Casey Stoner. Ha stravinto il confronto diretto con un cinque volte campione del mondo come Jorge Lorenzo, che da quando è sbarcato nel box della Ducati, ha ottenuto risultati peggiori rispetto a quelli di Dovizioso. Ripartire senza il Dovi, per Ducati avrebbe voluto dire ripartire quasi da zero e anche per il Dovi scendere dalla Desmosedici avrebbe avuto il sapore di una sconfitta. Perché, come ha raccontato ai microfoni di Sky Sport, c’è più gusto a giocarsi un mondiale in sella a una Ducati:

" Marquez da quando è arrivato in MotoGP ha sempre fatto la differenza. Indubbiamente, cercare di batterlo su una Honda è complicato per tutti. Battere un pilota come Marc a parità di moto da sempre più gusto, ma potersi giocare il campionato sulla Ducati ha un altro sapore"

Video - Andrea Dovizioso, la migliore carta della Ducati per vincere un titolo che manca da 11 anni

01:27
0
0