Getty Images

Rossi: "Spero la pista mascheri i problemi della Yamaha", Marquez: "A Le Mans va bene un podio"

Rossi: "Spero la pista mascheri i problemi della Yamaha", Marquez: "A Le Mans va bene un podio"

Il 17/05/2018 alle 19:41Aggiornato Il 17/05/2018 alle 20:12

Le dichiarazioni dei piloti protagonisti alla vigilia del GP di Francia, Rossi a caccia di rivincite: "Solitamente su questa pista la M1 va bene, negli ultimi anni sono sempre stato forte, ma dobbiamo capire quest'anno quale sarà il nostro livello. Tutti però sono veloci, quindi dobbiamo vedere". Profilo basso per Marquez: "Le Mans è una delle piste in cui fatichiamo di più, parto per il podio".

La prova del nove. Per Valentino Rossi e la Yamaha, la gara di Le Mans è un esame da non fallire per restare in scia a Honda e Ducati e provare a rientrare nella corsa per il titolo iridato. La casa di Iwata non vince una gara ormai da 14 GP, un digiuno lunghissimo e da interrompere magari rischiando anche che non sia il privato Zarco a rompere questo tabù.

" Veniamo da un momento difficile perché non sono molto veloce né molto forte. Ai test non abbiamo provato molte cose ma lavorato su alcuni piccoli dettagli, a Jerez, e sul bilanciamento della moto al Mugello. Il nostro livello sarà simile a quello visto a Jerez. Solitamente su questa pista la M1 va bene, negli ultimi anni sono sempre stato forte, ma dobbiamo capire quest'anno quale sarà il nostro livello rispetto ai nostri avversari. Nella mia carriera in realtà non ho vinto molto qui però tante volte ho fatto bene. Mi piace la pista, ci sono forti staccate e cambi di direzione, storicamente la Yamaha è sempre andata bene, però ero andato forte anche con la Ducati, ero salito sul podio. E' una bella sensazione guidare qui, specialmente quando la pista è stata riasfaltata. E’ difficile dirlo, spero il più presto possibile. La crescita della Yamaha quando avverrà? Solitamente nella seconda metà della stagione abbiamo una o due settimane in più per lavorare ma io spero di migliorare prima. Poi dipende molto dalle piste, da un tracciato all'altro le gomme funzionano in un modo diverso. Ora il livello è molto alto e tutti sono molto vicini. "

Marquez: "Ducati e Yamaha ci daranno filo da torcere"

" Le Mans è una delle piste in cui fatichiamo di più, una delle peggiori a livello di risultati, ma è una pista che comunque mi piace. Sembra ci sarà bel tempo per tutto il weekend, penso ci permetterà di lavorare sodo per trovare il giusto assetto". "

Marc Marquez, leader del mondiale, è ancora una volta l’uomo da battere ma non è convinto sarà una passeggiata per lui sul tracciato transalpino, che ha pochi rettilinei e in passato ha sempre sorriso alla Yamaha.

" L'anno scorso il nostro punto debole era l'accelerazione, quest'anno siamo migliorati parecchio da quel punto di vista, spero che nel weekend vada diversamente. Le Yamaha sono molto veloci qui e Zarco avrà delle motivazioni in più, anche la Ducati credo sarà molto forte. Il livello è molto equilibrato per tutti, il mio primo obiettivo sarà quello di salire sul podio, poi se tutto andrà bene proveremo a puntare alla vittoria."

Fra le consuete domande dei fans, Marquez ha anche strappato una risata alla sala stampa, raccontando la notizia più pazza che ha sentito sul suo conto:

" Sicuramente quella che sono gay. Per carità, massimo rispetto per loro, ma non sono assolutamente gay...". "

Lorenzo: "La mia priorità è restare in Ducati al 100%"

" In questo momento sono molto convinto di poter far bene con questa moto anche se certe circostanze non ci hanno aiutato. Se la mia priorità è rimanere in Ducati? Sì, al 100%"."

Nonostante un avvio di stagione complicato e il riavvicinamento fra Ducati e Dovizioso - che sono vicinissimi a prolungare per altri due anni il proprio contratto con la casa di Borgo Panigale – Jorge Lorenzo non ha voglia di guardarsi altrove ma vuole vincere la propria sfida con la casa di Borgo Panigale:

" Siamo molto vicini a fare un grande risultato e spero avvenga qui - ha aggiunto parlando ai microfoni di Sky Sport - Con due o tre grandi risultati le cose si vedono in un'altra maniera. Qui sono a posto, vediamo cosa possiamo fare"."

Iannone: "Presto novità sul mio futuro"

Miglior italiano in classifica mondiale ed unico nostro pilota ad aver centrato due podi in questo avvio di stagione, Andrea Iannone – nel giorno in cui la Suzuki ha ufficializzato il rinnovo del compagno Alex Rins fino al 2020 – cerca un altro risultato prestigioso per aumentare le possibilità di essere in un team ufficiale la prossima annata

" Effettivamente stiamo attraversando un buon periodo nel quale abbiamo intrapreso la giusta strada. Dopo Austin, poi, siamo cresciuti molto e, prova dopo prova, ho sempre migliorato il mio feeling con la moto. I risultati, poi, fanno il resto, dandoti una iniezione di fiducia notevole. L’anno scorso Le Mans si era rivelata particolarmente complicata per noi, ma passando al presente vivremo questo fine settimana in maniera totalmente differente. La mia Suzuki è in crescita e penso proprio che avremo una buona chance per disputare una gara interessante, rimanendo il più vicino possibile ai migliori. Dove correrò l’anno prossimo? Ho grande fiducia di rimanere, credo che tra qualche giorno tutti sapranno qualcosa riguardo il mio futuro…Per quanto riguarda Alex credo che sia un pilota giovane e talentuoso. L’anno scorso è stato molto sfortunato per una serie di inconvenienti fisici, ma da quando è tornato ha dimostrato di essere davvero un ottimo elemento. Per quanto riguarda il suo rinnovo non posso che essere contento sia per lui che per la Suzuki. "

Petrucci: "Mio futuro dipende da Dovizioso"

Altro pilota molto chiacchierato in chiave mercato è Danilo Petrucci, reduce da un quarto posto a Jerez de la Frontera…

" Ho conquistato un risultato importante con un pizzico di fortuna al termine, tuttavia, di un fine settimana decisamente positivo. Ho concluso con tristezza per non aver centrato il podio davvero per un soffio, ma oggettivamente devo ammettere che senza l’incidente che ha eliminato le Ducati e Dani Pedrosa sarei arrivato in sesta posizione. Per cui, guardando al complesso, posso ritenermi soddisfatto. Ci serve ancora qualcosa per essere davvero competitivi. Dobbiamo compiere ancora un passo per avvicinarci, con costanza, ai primi della classe. Proveremo, per questo motivo, diverse novità per crescere ancora ma, sinceramente, non so cosa aspettarmi da questo weekend. Il mio futuro? Come ben sapete molto del mio futuro dipende da quello che farà Andrea Dovizioso nel team ufficiale, per cui niente dipende da me. Io non posso fare altro che concentrarmi e dare tutto quello che ho. Fino ad ora ho dato sempre il mio 100%, ma non sembra essere sufficiente. Vuol dire che da domani darò sempre il mio 101%, perchè sono concentrato solamente sulla gara di Le Mans. "

Zarco: "Marquez fortissimo ma non siamo così lontani"

Johann Zarco punta a battere Marc Marquez nella gara di casa in programma questo fine settimana a Le Mans.

" "Marc è davvero fortissimo, lo ha dimostrato nelle ultime gare però mi sento bene in moto, non lo vedo così lontano come sembra. Penso di poterlo prendere per cui incrocio le dita. Vedremo domani se tutto andrà nella giusta direzione. E' una motivazione ulteriore, continuo a sognare la prima vittoria. E' una pista buona per me, la Yamaha qui funziona benissimo, la nostra moto è piuttosto simile all'anno scorso, devo solo riuscire a fare le cose giuste al momento giusto per sfruttarla alla perfezione. Dopo Jerez abbiamo fatto dei test che ci hanno permesso di giocare un po' con l'assetto e di farmi sentire un po' di più a mio agio"."

Video - Marquez vs Rossi, le tappe di una delle rivalità più accese dello sport

01:56
0
0