Getty Images

Quartararo continua a stupire nelle prime libere, Dovizioso e Petrucci lo braccano

Quartararo continua a stupire nelle prime libere, Dovizioso e Petrucci lo braccano

Il 17/05/2019 alle 11:51

Dal nostro partner OAsport.it

Il francese Fabio Quartararo continua a stupire. Nelle prove libere 1 del GP di Francia, quinto round del Mondiale 2019 di MotoGP, il pilota della Petronas Yamaha SRT ha sciorinato una prestazione brillante, unico ad infrangere il muro dell’1’32” (1’31″986) e dimostrando di avere una grande confidenza con la M1. Il centauro transalpino, dopo la pole a Jerez de la Frontera (Spagna), ha fatto vedere di esserci anche nell’appuntamento di casa. Alle sue spalle le due Ducati di Andrea Dovizioso e di Danilo Petrucci, che nella simulazione del time-attack hanno scalato la graduatoria. Le due Rosse, non eccellenti nell’ultimo settore della pista, si sono fermate a 127 e 207 millesimi dalla vetta. Tuttavia, i segnali sono confortanti.

In quinta e quarta posizione troviamo la Yamaha dello spagnolo Maverick Viñales (+0″217) e la Honda di Marc Marquez (+0″247). Da evidenziare che quest’ultimo, a differenza di buona parte dei piloti, ha usato una soft all’anteriore e una media al posteriore, cercando quindi di privilegiare l’assetto per la gara. Pertanto il leader del campionato è sempre lì, pronto a far suo anche questo weekend. Soffre invece Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia è stato protagonista di un turno non da incorniciare per diversi motivi: il problema alla catena della Yamaha è stato un contrattempo che non ha permesso al team di lavorare nei tempi prestabili e nello stesso tempo il “Dottore” perde moltissimo nel terzo e nel quarto settore rispetto alla concorrenza. La decima piazza a 0″774 da Quartararo parla chiaro.

Sofferenza anche per Jorge Lorenzo (14°), caduto con la Honda. In frenata il feeling con la RC213V è lontano dall’ottimale e lui non è veloce come vorrebbe (+1″105). Per quanto concerne gli altri piloti italiani, Franco Morbidelli ha concluso 12° a 0″901 sull’altra Yamaha Petronas, mentre Francesco “Pecco” Bagnaia (Ducati Pramac) e Andrea Iannone (Aprilia), hanno ottenuto il 13° (+0″996) e 19° tempo (+2″149), con il pilota nativo di Vasto in condizioni fisiche non ideali.

I tempi delle Libere 1

1 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT YAMAHA 1’31.986 21 21 296.7
2 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team DUCATI 1’32.113 18 18 0.127 0.127 307.4
3 9 Danilo PETRUCCI ITA Ducati Team DUCATI 1’32.193 20 20 0.207 0.080 300.4
4 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha Moto YAMAHA 1’32.203 17 21 0.217 0.010 297.2
5 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team HONDA 1’32.233 19 20 0.247 0.030 303.7
6 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 1’32.237 19 19 0.251 0.004 304.7
7 43 Jack MILLER AUS Pramac Racing DUCATI 1’32.238 14 19 0.252 0.001 303.6
8 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR SUZUKI 1’32.626 21 22 0.640 0.388 297.9
9 5 Johann ZARCO FRA Red Bull KTM Factory Racing KTM 1’32.724 19 19 0.738 0.098 300.0
10 46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha Moto YAMAHA 1’32.760 18 18 0.774 0.036 298.1
giandomenico.tiseo@oasport.it

0
0