Getty Images

Lorenzo attacca Marquez e Rossi: "Si comportano come due bambini, sbagliano entrambi!"

Lorenzo attacca Marquez e Rossi: "Si comportano come due bambini, sbagliano entrambi!"

Il 07/09/2018 alle 18:13Aggiornato Il 07/09/2018 alle 18:22

Dal nostro partner OAsport.it

Jorge Lorenzo bacchetta severamente Marc Marquez e Valentino Rossi. Durante la conferenza stampa di ieri, preludio del GP di San Marino che si corre nel weekend a Misano, il Campione del Mondo aveva cercato la stretta di mano del grande rivale per fare pace dopo i noti attriti ma il Dottore aveva negato il gesto davanti alle telecamere. Il centauro di Tavullia è ancora piccato per i fatti del Mondiale 2015 e per l’incidente di inizio stagione in Argentina, non riesce a dimenticare ed evita qualsiasi contatto con lo spagnolo.

" Marc e Valentino si comportano come due bambini. Ognuno ha fatto un errore. Valentino a non dargli la mano per un eccesso di orgoglio, e sbaglia a non dire ai suoi tifosi di non fischiare un altro pilota che non ha fatto nulla per meritarlo. Marc sbaglia nell’interessarsi troppo a ciò che dice o fa Valentino, dovrebbe pensare alle sue cose"

Dovizioso: "Sensazioni non positive"

Sono soddisfatto dei tempi ai primi due turni, sono tempi molto veloci, però oggi le sensazioni del pomeriggio non sono state per niente buone. Le condizioni erano molto strane, molto diverse dal test e non so se è l’umidità che c’era, le Michelin sono molto sensibili su questo aspetto e si sono consumate in un modo veramente strano, ci siamo alzati tutti un po’ troppo come tempo, non siamo riusciti a fare il lavoro che volevamo. Peccato, ma quando riesci a fare questi tempi a fine turno vuol dire che hai bene in mente cosa devi fare e soprattutto la moto funziona e confermiamo il miglioramento rispetto all’anno scorso. Ma dobbiamo vedere che condizioni troveremo domani e soprattutto domenica perché oggi erano veramente strane. Ci volevamo concentrare già oggi pomeriggio (per la gara), ma non ci sono state le condizioni per poterlo fare, le gomme si sono consumate in un modo strano. Dovevamo provare due set-up, non siamo riusciti a capire perché quando fai pochi giri con una gomma che sta lavorando veramente male ti porta fuori strada, perché non riesci a lavorare sui piccoli dettagli. Quindi dobbiamo capire quanta importanza dare a oggi pomeriggio

Rossi: "C'è ancora molto lavoro da fare"

Ci sono delle cose positive e altre meno. Di positivo c'è che rispetto ai test abbiamo cambiato setup e adesso mi trovo meglio con la moto, soprattutto nella parte veloce, nel curvone, vado bene. E questo è molto importante perché nei test ero un po' in difficoltà. Però dall'altra parte c'è ancora molto lavoro da fare, soprattutto in frenata non sono molto efficace perché non riesco a fermarmi come vorrei. Abbiamo fatto un po' di confusione con le gomme, perché ci aspettavamo che la dura fosse una buona opzione. Però sembra che la pista non abbia tanto grip e la dura scivolava tanto, era meglio lavorare sulla media e sulla soft. Abbiamo ancora tante cose da fare.

Video - Lorenzo: "E’ un peccato lasciare Ducati ora che mi ero innamorato della moto…"

01:07
0
0