Getty Images

Valentino Rossi: "Giornata molto positiva, ma sono ancora lontano da Viñales"

Valentino Rossi: "Giornata molto positiva, ma sono ancora lontano da Viñales"

Il 13/09/2019 alle 18:14Aggiornato Il 13/09/2019 alle 18:15

Dal nostro partner OAsport.it

Un venerdì davvero convincente per tutto l’ambiente Yamaha quello del GP di San Marino 2019 che si è appena concluso; tutte e 4 le moto sono riuscite a restare nelle prime cinque posizioni dove l’unico intruso è stato il sempre presente spagnolo della Honda Marc Marquez. Quarto tempo per Valentino Rossi che ha portato molte novità in pista già provate dieci giorni fa nei test e che hanno lasciato sensazioni positive, ma poteva andare forse anche meglio visto il grande distacco di 7 decimi che separa il pesarese da Maverick Viñales e Fabio Quartararo. Il Dottore si è presentato ai microfoni si Sky Sport molto soddisfatto del venerdì:

" La giornata di oggi direi che è stata positiva soprattutto perché le Yamaha vanno forte e siamo tutti lì davanti. Mi trovo abbastanza bene ma dobbiamo ancora lavorare su alcuni aspetti, mi manca un po’ di grip dietro e trovare il bilanciamento giusto della moto. Con la gomma morbida ho fatto il quarto tempo e non è male ma devo cercare di migliorare perché sono un po’ troppo lontano da Maverick. Come passo mi trovo piuttosto bene"

I tanti piccoli aggiornamenti sulla M1 testati sono stati tutti confermati, il nuovo forcellone, il doppio scarico e la nuova carenatura sulla ruota anteriore: “Ci sono diverse configurazioni, Maverick ha portato meno cose di me perché ancora si deve decidere, quelli di Petronas hanno montato solo alcuni aggiornamenti mentre io ho tutto. Una prima giornata decisamente positiva”.

La nuova configurazione soprattutto dello scarico era volta a ridurre il consumo della gomma ma non è ancora chiaro se ciò abbia funzionato in tal senso: “Dobbiamo vedere meglio domani per quello. Cercheremo di fare più giri con le gomme usate perché oggi abbiamo usato il tempo per provare le novità; non so ancora se per la gara saranno meglio per l’usura. Speriamo!”.

La versione di Marquez

Come suo solito Marc Marquez ha interpretato il suo venerdì di gara pensando solamente alle gomme. Il giro veloce lo ha lasciato ai rivali ma, nonostante tutto, ha saputo issarsi in terza posizione al termine delle prime due sessioni di prove libere del Gran Premio di San Marino 2019 della MotoGP.

Il campione del mondo in carica ha concluso la sua giornata in 1:33.171 a 396 millesimi dal miglior tempo di Maverick Vinales e 339 da Fabio Quartararo. Il suo bilancio, quindi, non può che essere positivo per questi novanta minuti di lavoro sulla pista intitolata a Marco Simoncelli. “Sono soddisfatto di quanto visto oggi tra FP1 e FP2 – spiega lo spagnolo ai microfoni di Sky Sport – Abbiamo lavorato in ottica gara per trovare il giusto assetto, dato che le condizioni sono cambiate rispetto ai test di fine agosto. Non voglio pensare troppo a cosa hanno fatto i miei avversari, per come sono fatto io preferisco guardare dentro il mio box. Per il momento abbiamo utilizzato le varie mescole e provato a capirne la durata”.

I rivali, a quanto pare, sono ben definiti e vengono confermati dalla classifica generale. “Sicuramente Fabio Quartararo e Maverick Vinales hanno a disposizione un ritmo notevole, ma nel complesso tutte e quattro le Yamaha sono eccellenti qui a Misano essendosi piazzate nelle prime cinque posizioni della graduatoria. Dobbiamo capire come sia possibile questo loro andamento”.

Quale tra questi piloti sarà il più temibile in ottica qualifiche o Gran Premio? “Al momento sembrerebbero Vinales e Quartararo, ma non si può certo sottovalutare Valentino Rossi su questo circuito. Le M1 hanno molto grip e sono performanti, ma anche noi abbiamo diversi punti a nostro favore. Cercheremo di rimanere nei piani alti della classifica fino alla fine del weekend e dare sempre il cento per cento”.

Video - Tanti auguri a Valentino Rossi: dall'apecar a Tavullia alla Leggenda! 40 anni di passione e trofei

01:04
0
0