Twitter

Incendio MotoE a Jerez, scoperta la causa: un cortocircuito alla base del rogo

Incendio MotoE a Jerez, scoperta la causa: un cortocircuito alla base del rogo

Il 15/03/2019 alle 22:46Aggiornato Il 15/03/2019 alle 22:47

A meno di 48 ore dall'incendio che ha incenerito tutte le moto, costretto la Dorna a far slittare il via del campionato (previsto per il 5 maggio) e interrotto i test prestagionali: è stata rivelata la causa del vasto rogo.

E’ stato un cortocircuito a generare il maxi incendio che ha funestato il circuito di Jerez de la Frontera mercoledì notte e incenerito tutte le moto e il materiale dei team iscritti al Mondiale MotoE. Con una nota la Dorna ha spiegato le motivazioni del rogo di un comunicato che riportiamo integralmente.

" Anche se siamo in attesa della conclusione ufficiale dell'indagine da parte della polizia locale, le prime prove riguardanti la causa dell'incendio all'E-paddock della Coppa del Mondo FEL Enel MotoE al Circuito di Jerez-Angel Nieto il 14 marzo sembrano indicare un cortocircuito come causa principale dell'incidente. La fonte del cortocircuito deve ancora essere identificata ma, una volta scoppiato il rogo ha incendiato la batteria ad altà densità che fa parte del caricabatterie ad alte prestazioni usate negli eventi MotoE. Le moto non erano collegate all’infrastruttura di ricarica nel momento in cui è scoppiato l’incendio. "

Video - Incendio nel paddock di Jerez, a fuoco il box che ospitava le MotoE. Test cancellati

00:41
0
0