LaPresse

Rossi: "Grande atmosfera a Silverstone, ma dovrò essere veloce"

Rossi: "Grande atmosfera a Silverstone, ma dovrò essere veloce"
Di LaPresse

Il 26/08/2015 alle 13:28Aggiornato Il 26/08/2015 alle 13:35

Il Dottore si prepara a un altro duello con Jorge Lorenzo: “Ho fatto delle buone gare qui in passato, spero di ripetermi in questo momento cruciale della stagione. Dovremo migliorare il set-up della moto prima della gara di domenica. Ora che io e Jorge abbiamo gli stessi punti sarà molto importante essere veloci"

“Sono molto contento di correre il Gran Premio di Gran Bretagna a Silverstone. È una gara storica e l’atmosfera durante tutto il weekend è sempre bellissima". Così Valentino Rossi arrivato in Gran Bretagna determinato a vincere sulla pista di Silverstone, non solo perché vorrà riprendere la leadership della classe regina e difendere la corsa al titolo, ma anche perché è stato nominato membro onorario del British Racing Drivers. Club, la più esclusiva associazione automobilistica inglese.

"Ci sono un sacco di piloti tra i fan e si percepisce la passione in ogni angolo del paddock. Mi piace molto la pista - ha aggiunto il Dottore - è tecnica e veloce. In passato ho fatto delle buone gare su questo circuito. Siamo in un momento cruciale per la stagione e spero di fare una buona gara! Dovremo migliorare il set-up della moto prima della gara di domenica. Ora che io e Jorge abbiamo gli stessi punti sarà molto importante essere veloci".

"Sono veramente onorato di essere stato invitato come membro onorario del 'British Racing Drivers Club'. So che è molto difficile entrare a far parte di questo circolo esclusivo, ci sono dei criteri molto selettivi. Non ci sono piloti delle due ruote nel BRDC - ha ricordato invece Rossi a proposito del riconoscimento ottenuto nei giorni scorsi - sarò il primo e per me rappresenta un vero onore. Non vedo l'ora di incontrare il Presidente, Derek Warwick, lo conosco e lo stimo per la carriera che ha avuto in Formula 1. Spero in un buon risultato al Gran Premio di Silverstone anche per onorare il mio ingresso nel British Racing Drivers Club”.

0
0