Getty Images

Campionati italiani: Margherita Panziera passeggia nei 200 dorso, bene Carraro e Quadarella

Campionati italiani: Margherita Panziera passeggia nei 200 dorso, bene Carraro e Quadarella

Il 06/04/2019 alle 13:37Aggiornato Il 06/04/2019 alle 13:38

Dal nostro partner OAsport.it

Ultima giornata di batterie dei Campionati italiani di nuoto a Riccione, manifestazione valida per la qualificazione ai Mondiali 2019 in Corea del Sud. Nella vasca romagnola un programma ricco di gare e i risultati interessanti non sono mancati.

Un inizio all’insegna della velocità nella piscina nostrana. Nei 50 rana donne Martina Carraro si è espressa già su livelli di grande eccellenza con il crono di 30″45 che potrebbe proiettarla alla rassegna iridata se replicato nell’atto conclusivo. Alle sue spalle una sorprendente Benedetta Pilato (30″74), classe 2005 e autrice del nuovo record nazionale “cadetti”, “junior” e “ragazzi”, che conferma i suoi progressi dopo quanto fatto vedere nei 100 rana. Per lei un miglioramento di 28 centesimi rispetto al proprio personale. In terza posizione la primatista italiana Arianna Castiglioni (31″09) e verosimilmente sarà lei l’avversaria della ligure. Altro duello quello che si prefigura nella medesima specialità al maschile. Nicolò Martinenghi si è issato in vetta all’ordine dei tempi (27″03) davanti a Fabio Scozzoli (27″08). Il lombardo, dopo la controprestazione nei 100 rana, vuol prendersi una rivincita e staccare il biglietto per la rassegna iridata. Servirà però il proprio best time per riuscirci visto che il crono richiesto è 26″9.

Nei 400 stile libero donne Simona Quadarella ha ottenuto il tempo di 4’11″53 a precedere Stefania Pirozzi (4’13″66) e Giorgia Romei (4’13″83). Da segnalare la qualificazione all’atto conclusivo di Ilaria Cusinato, vittoriosa nei misti e nei 200 farfalla, e il mancato pass di Erica Musso (4’16″14), che nella stagione invernale prese parte al Mondiale in vasca corta con un tempo considerevole di 4’00″44. 4’06″2 è il crono richiesto dalla FIN per la Corea del Sud. Nei 400 misti uomini è stato Pier Andrea Matteazzi il migliore in 4’22″86 in un contesto non esaltante dal punto di vista cronometrico.

Nei 200 dorso donne Margherita Panziera ha catalizzato l’attenzione di tutti. L’azzurra ha nuotato con agio il crono di 2’09″51, provando il passaggio veloce nei primi 100 metri e poi gestendo nelle seconda parte. L’azzurra punta ad avvicinare il suo primato italiano di 2’06″18, avendo sempre ben in mente il 2’08″9 (tempo limite di qualificazione ai Mondiali). Notevole la differenza tra la veneta e le altre e desta sensazione che la prima delle inseguitrici sia la giovanissima Erika Gaetani (2’14″48), classe 2004, davanti a Giulia D’Innocenzo (2’14″62), classe 2002.

Video - Il trionfo di Margherita Panziera! Rivivi l'oro da record dell'azzurra nei 200 dorso

01:27

A completamento della mattinata, il miglior tempo della serie lente dei 1500 stile libero uomini è stato di Christian Bartolini (15’38″49) mentre nei 50 farfalla donne Silvia Di Pietro ha ottenuto il best time di 26″42. Opportuno ricordare che nell’atto conclusivo delle 30 vasche ci sarà Gregorio Paltrinieri ma non Gabriele Detti, che ha dato forfait dopo le fatiche delle gare precedenti.

giandomenico.tiseo@oasport.it

0
0