Getty Images

Coppa del Mondo Doha 2018: Hosszu e Sjoestroem sugli scudi. Gran tempo di Pieroni nei 100 sl

Coppa del Mondo Doha 2018: Hosszu e Sjoestroem sugli scudi. Gran tempo di Pieroni nei 100 sl

Il 14/09/2018 alle 23:34Aggiornato Il 14/09/2018 alle 23:36

Dal nostro partner OAsport.it

Seconda giornata di gare nella seconda tappa della Coppa del Mondo di nuoto a Doha (Qatar) e prestazioni degne di nota nella piscina qatariana.

Cominciano dalla “Lady di ferro” Katinka Hosszu che anche oggi ha dato un saggio delle proprie qualità in piscina mettendo in mostra la propria superiorità in specialità diverse. La prima firma dell’ungherese arriva nei 400 misti: l’alternarsi degli stili sorride a Katinka che con 4’39″57 centra il bersaglio grosso a precedere la connazionale Zsuzsanna Jakabos (4’44″87) e la spagnola Alba Vazquez Ruiz (4’48″68). Il secondo centro della magiara arriva nei 100 dorso, che a Rio 2016 le valsero l’oro a Cinque Cerchi. Hosszu unica ad abbattere il muro del minuto (59″63), mettendosi alle spalle l’olandese Kira Toussaint (1’00″05) e la spagnola Tamara Frias Molina (1’02″47).

Per non voler essere da meno alla straordinara alla “Iron Lady“, Sarah Sjoestroem fa vedere di essere sempre lei. La svedese conquista il successo nei 200 stile libero (1’56″32), superando l’olandese Femke Heemskerk (1’56″92) nell’ultima vasca grazie ad un ottimo parziale di 29″30. Terza proprio Katinka in 2’00″16. Seconda vittoria di giornata per la Sjoestroem nei 50 farfalla (25″22), di cui è primatista mondiale (24″43), battendo l’olandese Ranomi Kromowidjojo (25″76) e la belga Kimberly Buys (25″94).

Grande prestazione dello statunitense Blake Pieroni che nei 100 stile libero realizza il tempo di 48″11, avvicinando il suo miglior crono del 2018 di 48″08, a precedere il favorito russo Vladimir Morozov (48″43) e il belga Pieter Timmers (49″04). Si conferma dominatrice della rana la russa Yuliya Efimova (1’06″27) a segno nei 100 metri davanti alla connazionale Vitalina Simonova (1’07″90) e alla cinese Sishi Zhang (1’10″35).

Venendo alle altre gare, 1500 stile libero uomini che vedono lo spagnolo Marcos Gil Corbacho (15’28″19) imporsi davanti all’altro iberico Ferran Julia Tous (15’42″84) e al cinese Zheqi Lin (15’57″24). Nella velocità fa la voce grossa ancora una volta l’americano Michael Andrew (24″49) nei 50 dorso precedendo Vladimir Morozov (24″79) e l’australiano Mitchell Larkin (25″15). Larkin in evidenza nei 200 misti (1’59″14) davanti all’atleta di Ecuador Tomas Peribonio Avila (2’00″40) e il russo Kirill Prigoda (2’03″47). 200 farfalla uomini che parlano azero grazie a Maksym Shemberev (1’58″45). L’ungherese David Verraszto (1’58″70) e il cinese Yuhang Wu (1’59″81) completano il podio. Infine successo olandese nella 4×100 mista stile libero (3’30″81) davanti all’Ungheria (3’37″71) e alla Cina (3’40″76).

Video - 17 agosto 2008, quando Michael Phelps distrusse ogni record vincendo 8 ori a Pechino

01:14
0
0