LaPresse

Trofeo Sapio: Gabriele Detti vola al Mondiale in vasca corta, ottimo ritorno per Pellegrini

Trofeo Sapio: Gabriele Detti vola al Mondiale in vasca corta, ottimo ritorno per Pellegrini

Il 10/11/2018 alle 22:00Aggiornato Il 10/11/2018 alle 22:01

Dal nostro partner OAsport.it

Seconda e ultima giornata di gare per gli atleti di livello assoluto nella piscina Sciorba di Genova. Nella vasca da 25 metri è andato in scena un day-2 di grande livello nel quale i risultati importanti non sono mancati e dove i grandi calibri del nostro nuoto ben si sono comportati, guardando ai Mondiali 2018 di Hangzhou, previsti dall’11 al 16 dicembre.

I ritorno di Detti e Pellegrini

Le attrazioni erano loro: Federica Pellegrini e Gabriele Detti. La veneta e il livornese tornavano a cimentarsi nelle loro gare, i 200 stile libero e i 400 stile libero, e i riscontri sono stati più che buoni. La veneta si è imposta con il crono di 1’54″30 davanti all’americana Lia Neal e all’altra azzurra Erica Musso, in grande condizione dopo aver staccato il biglietto per i 400 stile libero. Un prova confortante per la veneta che ha ripreso con il piede giusto la propria avventura nella sua amata specialità anche in vista dei prossimi impegni. Allegria e soddisfazione anche per Detti che stacca il biglietto per la rassegna iridata in corta: 3’39″08 per il livornese che è sceso ben al di sotto del limite FIN dei 3’40″00 e si è aggiudicato una gara magistrale con un’ottima chiusura. Secondo posto di grande qualità per Matteo Ciampi (3’40″69), a conferma dell’ottima condizione esibita già nei 200 sl di ieri. Livornese che aveva bisogno di respirare ancora una volta il clima della competizione e ha risposto presente.

Il sigillo di Scozzoli e Quadarella

Altri osservati speciali erano Fabio Scozzoli e Simona Quadarella. Il romagnolo si è ripeto nei 50 rana, dopo il successo di ieri nei 100, nel solito duello con Nicolò Martinenghi: 26″06 per Scozzoli contro il 26″29 del lombardo, ormai tornato abile dopo le criticità fisiche della scorsa stagione. Un duo che saprà farsi valere anche a livello internazionale, per l’efficacia della nuotata espressa in vasca. Centra il bersaglio, stavolta, la romana negli 800 stile libero. In una specialità più nelle proprie corde, la campionessa d’Europa ha ottenuto il best time di 8’15″69 a precedere Luisa Trombetti (8’29″36) e Alisia Tettamanzi (8’33″12). Una prova più che buona per l’atleta allenata da Christian Minotti che, in una fase di carico, non ha ancora la continuità per esprimersi al meglio. In più la vasca corta non ne esalta più di tanto le qualità.

Video - Tripletta storica a Glasgow: Simona Quadarella è la nuova regina del nuoto azzurro

01:47

La conferma di Cusinato

Ilaria Cusinato si conferma nei 200 misti. L’azzurra, dopo aver ben impressionato nei 400 metri (misti), ha centrato il bersaglio grosso ancora una volta, dando una risposta chiara anche nella distanza più breve, siglando il crono di 2’07″28 di pregevolissima fattura e sintomo che l’atleta allenata da Stefano Morini sta crescendo. Alle spalle della veneta troviamo Anna Pirovano (2’12″12) e Sara Franceschi (2’12″76). A chiosa nella gara regina maschile, le defezioni di Luca Dotto e Alessandro Miressi per questioni fisiche hanno tolto un po’ di fascino ed è stato l’americano Michael Chadwick (46″90) ad imporsi davanti all’azzurro Davide Nardini (47″73) e al tedesco Marius Kusch (48″15).

Video - 30 anni da Divina: buon compleanno Federica Pellegrini!

01:34

0
0