Getty Images

Corea del Nord e Corea del Sud unite: candidatura congiunta per i Giochi del 2032

Corea del Nord e Corea del Sud unite: candidatura congiunta per i Giochi del 2032

Il 02/11/2018 alle 13:23Aggiornato Il 02/11/2018 alle 13:26

Un nuovo importante segno di disgelo nel rapporto conflittuale tra Corea del Nord e Corea del Sud: i due Paesi dell’Estremo Oriente concorreranno insieme per ospitare le Olimpiadi del 2032 e schiereranno diverse squadre congiunte.

A gennaio, in occasione della cerimonia di apertura dei Giochi di PyeongChang, Corea del Nord e Corea del Sud avevano marciato assieme sotto la stessa bandiera, disegnata con il contorno della penisola in azzurro su campo bianco. Ora, le due Coree hanno scelto di presentare una candidatura congiunta per ospitare i Giochi Olimpici del 2032, proseguendo nel rapporto di disgelo tra i leader Moon Jae-in e Kim Jong Un.

I due Paesi, che hanno schierato una squadra comune di hockey su ghiaccio femminile a PyeongChang, hanno rimarcato l’intenzione di presentare nuovi team congiunti, a partire dai Campionati del Mondo di pallamano maschile in programma in Germania nel 2019. Ancora una volta, dunque, lo sport di propone come mezzo di distensione tra due Paesi che, tecnicamente, si trovano ancora in guerra tra loro: anche a maggio, nel corso dei Mondiali di tennis tavolo, anziché sfidarsi tra loro durante i quarti di finale, le due Coree hanno unito le forze e giocato direttamente le semifinali (poi perdendo) contro il Giappone.

Kim Yo-jong, sister of North Korean leader Kim Jong-un, waves after the Women's Ice Hockey Preliminary Round - Group B game between Switzerland and Korea on day one of the PyeongChang 2018 Winter Olympic Games at Kwandong Hockey Centre on February 10, 201

Kim Yo-jong, sister of North Korean leader Kim Jong-un, waves after the Women's Ice Hockey Preliminary Round - Group B game between Switzerland and Korea on day one of the PyeongChang 2018 Winter Olympic Games at Kwandong Hockey Centre on February 10, 201Getty Images

“Il Comitato Olimpico Internazionale accoglie con gioia questa notizia – ha puntualizzato Thomas Bach, presidente del CIO -. Dopo aver aperto le porte alla politica con la marcia congiunta delle due Coree ai Giochi di PyeongChang, lo sport può contribuire ulteriormente alla pace nella penisola coreana e nel mondo. Speriamo vivamente che il dibattito politico possa produrre i necessari progressi per una candidatura di successo”.

Anche India e Indonesia hanno annunciato l’intenzione di volersi candidare per i Giochi del 2032.

Video - A PyeongChang per la storia: Corea del Nord e Corea del Sud sfilano insieme

01:31
0
0