LaPresse

Federica Pellegrini: “Rinviare le Olimpiadi al 2021 è giusto, fosse stato il 2022 avrei smesso"

Federica Pellegrini: “Rinviare le Olimpiadi al 2021 è giusto, fosse stato il 2022 avrei smesso"

Il 25/03/2020 alle 14:44

Dal nostro partner OAsport.it

Federica Pellegrini è pronta a raccogliere la sfida e a prolungare i suoi sforzi per un’ulteriore stagione. La decisione da parte delle autorità giapponesi e del Cio di rinviare al 2021 le Olimpiadi di Tokyo obbligherà la campionessa di Spinea a un nuovo anno di fatiche, per realizzare il sogno della quinta partecipazione ai Giochi. Lei, al Centro Federale di Verona, si stava preparando bene, nonostante tutto. Il Coronavirus, causa del posticipo della rassegna a Cinque Cerchi, non ha sconvolto più di tanto i suoi allenamenti e i riscontri nei test race degli ultimi giorni lo hanno confermato.

Sarebbe stata pronta Federica, ma ormai non si può tornare indietro ed è anche giusto così:

" A livello globale è la decisione migliore. Tanti atleti non potevano prepararsi per le restrizioni di questo periodo e per un appuntamento come l’Olimpiade bisogna allenarsi. Nel nuoto, per esempio, se ti fermi la domenica, il lunedì lo senti. Personalmente, il posticipo di un anno è la scelta migliore perchè se tutto fosse stato rinviato al 2022 allora avrei smesso."

ammette Pellegrini, intervistata da La Gazzetta dello Sport.

Dal canto suo l’azzurra si augura che il proprio fisico le consenta di resistere un altro anno e ora l’obiettivo stagionale dovrebbero essere gli Europei, che sono stati posticipati (provvisoriamente) nel mese di agosto: “Aspettiamo di conoscere le data della rassegna continentale e metteremo a fuoco l’obiettivo“, le parole della veneta. Indubbiamente, però, il rinvio è anche una “seccatura” per via dei progetti che Federica aveva in mente:

" Ci stavo pensando. Questo rinvio mi scoccia soprattutto perché avevo dei progetti che potevo cominciare già da settembre e che dovrò posticipare. Ma alla fine, è un anno di lavoro in più. Passa in fretta."

E poi sulla difficile situazione in Italia, con un numero di vittime crescente, il parere della campionessa è il seguente:

" Credo che nel proprio ambito tutti debbano fare la loro parte, attendendosi alle regole. Spero che questa esperienza ci aiuti ad essere più uniti, indipendentemente dalle idee politiche in Italia che ci dividono da sempre. Siamo tutti oggettivamente italiani."

giandomenico.tiseo@oasport.it

Video - Da Pellegrini a Tempesti: i campioni azzurri che continueranno per essere a Tokyo nel 2021

01:40