Getty Images

Maltempo a PyeongChang, una piaga che ricorda Nagano 1998: qual è la soluzione?

Maltempo a PyeongChang, una piaga che ricorda Nagano 1998: qual è la soluzione?
Di Eurosport

Il 14/02/2018 alle 11:46Aggiornato Il 14/02/2018 alle 11:54

Lo sci alpino, il biathlon e lo slopestyle tra tutti sono stati condizionati dal vento con gare al limite e rinvii. Era già successo in altre edizioni dei Giochi Olimpici Invernali, già in Asia 20 anni fa, anche se in quell'occasione furono pioggia e neve e non il vento. Quali sono le soluzioni per rimediare a questi intoppi?

I Giochi Olimpici di PyeongChang 2018 hanno già assegnato molte medaglie, ma il vero protagonista, per il momento, sembra il meteo. Non si tratta di maltempo nel senso tradizionale del termine, ma di un vento sferzante che impedisce il regolare svolgimento delle gare all’aperto.

Un programma stravolto e in costante evoluzione

Il programma dello sci alpino sembra stregato. Di quattro gare in calendario, per ora ne è stata disputata soltanto una, e non senza difficoltà: la combinata alpina (con discesa accorciata rispetto al tracciato originale) ha regalato il tanto sospirato oro a Marcel Hirscher, per il resto il nulla: discesa maschile, gigante e slalom femminili sono stati rinviati. Il vento può essere un grande nemico degli sciatori, provocando cadute rovinose e incontrollabili e costituendo un reale pericolo per chi è in pista, soprattutto nelle gare di velocità.

Anche il biathlon è stato penalizzato: l’individuale femminile è stato rinviata di un giorno, sempre a causa del vento. Per i biathleti è estremamente proibitivo sparare in condizioni di vento imponente, senza contare i possibili problemi legati all’incolumità delle persone.

Gare al limite e fortemente condizionate dalle raffiche

La decisione di rinviare le gare è dettata dall’esperienza: in alcune occasioni le prove sono state fortemente influenzate dalle raffiche e dal freddo e per esempio nel biathlon, come dicevamo, gli atleti hanno incontrato condizioni estreme, come difficoltà a rimanere immobili al poligono e centrare il bersaglio, ma anche soltanto riuscire a premere bene il grilletto: la stessa Dorothea Wierer ha confessato che a fine gara aveva perso la sensibilità alle dita.

Anche lo slopestyle femminile è stato ampiamente dominato dalle raffiche e le ragazze hanno avuto delle serie difficoltà a concludere le proprie run. La gara ha visto numerorissime cadute, a scapito dello spettacolo e della teorica regolarità della gara.

You're using a browser with settings that do not support playback of this video.

Click the link below to view supported browsers and find out about other options available to view this content.

Eurosport Supported Browsers

Video - Jamie Anderson favolosa nella prima run della finale slopestyle femminile

01:53

Che cosa può comportare l’ingerenza del vento

Rinviare le gare, dunque, significa in primis preservare l’incolumità di chi gareggia. Dove non c’è pericolo, è necessario comunque che venga garantito il regolare svolgimento della prova e che non ci siano risultati falsati. Continuare a rinviare le gare, però, potrebbe creare un problema di accavallamento con le altre prove in programma. La fortuna è che le gare in questione siano state inserite nella prima settimana dei Giochi, così resta comunque ancora tempo per eventuali recuperi. Abbiamo chiesto quindi un parere ai nostri commentatori a proposito del pericolo che costituisce il vento e della rivoluzione nel calendario.

Olympia 2018: Wind im Olympic Park von Gangneung

Olympia 2018: Wind im Olympic Park von GangneungGetty Images

" Il vento condiziona ogni cosa. Anche 7 km/h fanno la differenza per un salto buono o cattivo. Il pericolo è anche quando il vento non c’è: se ti aspetti di saltare col vento e la raffica cala, salti in un determinato modo convinto di appoggiarti all’aria e quel sostegno manca, perciò il rischio è quello di effettuare un salto completamente sbagliato e cadere. (Francesco Paone – commentatore salto con gli sci e combinata nordica)"

You're using a browser with settings that do not support playback of this video.

Click the link below to view supported browsers and find out about other options available to view this content.

Eurosport Supported Browsers

Video - Alessandro Pittin non convince al salto nella combinata nordica: solo 77.4 punti per lui

00:50
" I rinvii possono sembrare un male per gli atleti, perché sicuramente saranno stufi di aspettare. Potrebbero però essere anche un bene per lo spettacolo perché le gare sono più vicine e se vengono fuori delle buone prove gli appassionati saranno soddisfatti. Gli atleti in Coppa del Mondo sono abituati ad avere gare ravvicinate durante i weekend, quindi per loro non sarà un problema affrontarle senza avere pause. (Gianmario Bonzi – commentatore sci alpino femminile)"

Analogie con altre edizioni dei Giochi e possibili soluzioni

Non è la prima volta che si verificano condizioni critiche e sforzi da parte dell’organizzazione per riprogrammare le gare cancellate. A Nagano 1998 (per neve), per esempio, la discesa maschile fu disputata dopo tre rinvii, mentre a Vancouver 2010 la stessa prova fu rimandata di due giorni. In ogni caso, comunque, entrambe le edizioni portarono a termine regolarmente il programma nonostante gli intoppi.

Sembra che anche a PyeongChang si possa risolvere tutto: le previsioni danno un vento più clemente per i prossimi giorni e quindi tutto dovrebbe prendere definitivamente il via, ma comunque il CIO e il comitato locale devono pensare a una soluzione alternativa nel caso in cui le condizioni avverse perdurassero. Una possibilità è quella di condensare gli eventi, a scapito ovviamente della programmazione televisiva internazionale, che dovrebbe fare i salti mortali coi palinsesti; un’altra eventualità, invece, è quella di ultimare le prove a cerimonia di chiusura già avvenuta: non proprio il massimo in termini teorici, ma a questo punto è una possibilità da prendere amaramente in considerazione.

You're using a browser with settings that do not support playback of this video.

Click the link below to view supported browsers and find out about other options available to view this content.

Eurosport Supported Browsers

Video - Vonn: "Il vento è un problema, è frustrante perdere una gara per una folata"

00:56
0
0
Ultimi video