Eurosport

Mattarella: "L'Olimpiade delle imprese femminili". Fontana: "Le porterò per sempre nel cuore"

Mattarella: "L'Olimpiade delle imprese femminili". Fontana: "Le porterò per sempre nel cuore"

Il 27/03/2018 alle 11:43Aggiornato Il 27/03/2018 alle 16:00

Nella cerimona di riconsegna del Tricolore al Quirinale hanno parlato Malagò, Pancalli, Lotti, il Presidente Mattarella e gli atleti medagliati alle Olimpiadi invernali di PyeongChang in un clima di grande emozione.

Malagò: "L'Italia è stata un esempio di stile"

" Importante, bello, tradizionale, simbolicamente unico il momento che celebra il ritorno della nostra avventura a PyeongChang. Io sono molto contento di quello che è stato il risultato dell’intera spedizione italiana. I giornalisti sanno bene che io mi ero sbilanciato alla vigilia, il traguardo era la doppia cifra e l’abbiamo centrato. Non è solo il numero delle medaglie che si vincono, ma vanno considerati la figura, l’immagine, il comportamento, lo stile. L’Italia è uscita veramente a testa alta, in ogni sua componente. A volte possono esserci interviste fuori posto, critiche alle giurie (a volte anche a ragione), il tema che minaccia il mondo dello sport cioè il doping. Sotto ogni punto di vista, noi per il CIO siamo stati d’esempio sportivamente e non solo. Le due Coree hanno scelto Casa Italia, le due Coree unite dal taekwondo, evento che ci inorgoglisce"
" Siamo onorati, la nostra strepitosa portabandiera Fontana ha vinto una medaglia d’oro (non capitava da Deborah Compagnoni). Sofia Goggia, Michi Moioli, un’Olimpiade al femminile. Con 13 atleti che ci hanno reso felici salendo sul podio. Orgogliosi di essere italiani, orgogliosi di voi"

Pancalli: "Il mio pensiero va a chi non è salito sul podio"

" Per noi era facile, partivamo dallo zero di Sochi ma ci siamo fatti onore. Il movimento paralimpico internazionale è cresciuto sotto ogni suo aspetto. Lo sport è stato strumento di politiche attive per riabilitare la società civile. Partivamo da una debacle, la squadra è stata ringiovanita con atleti come Bertagnolli e Casal. In loro vedo mio figlio. Un pensiero lo dedico a coloro che non sono saliti sul podio per un soffio, Luchini e la squadra di hockey su ghiaccio. Riconsegniamo la bandiera orgogliosi delle cinque medaglie che abbiamo conquistato"

Lotti: "Ora siete voi l'esempio per i giovani"

" Grazie e complimenti a nome di tutti gli italiani che hanno vissuto le vostre imprese "notturne". Grazie ai tecnici, atleti, medici. Dietro le vostre vittorie c’è il lavoro di tante altre persone. Lo sport unisce. Avete onorato questa bandiera. Vi avevo fatto l’esempio di Zeno Colò qualche mese fa. Il modo migliore per dirvi grazie è riconoscere che oggi questi giganti siete voi. Da oggi altri ragazzi prenderanno esempio da voi, magari oggi hanno nove anni e scriveranno su un foglietto di voler arrivare in cima al mondo... Come diceva Stephen Hawking siate curiosi e non arrendetevi mai"

Mattarella: "L'Olimpiade delle imprese femminili"

" Olimpiadi e Paralimpiadi non sono solo un evento sportivo, ma un'occasione di pace e lo si è visto in quei giorni. Siete stati seguiti anche con il fuso orario. Ho visto i 500 metri di Arianna Fontana, gara emozionante. In quei pochi istanti si esprime la fatica e l’allenamento, quanto vi è dietro, l’impegno. Sofia Goggia mi ha detto verrò al Quirinale ma prima ho un altro impegno, i Mondiali, e ha vinto anche lì. Complimenti anche a Michela Moioli che ha bissato il successo, in una gara di ritmo e intensità"
" Arianna Fontana ha riempito tutta la gamma dei colori delle medaglie. Mi accorgo di aver ricordato tutte imprese femminili, cosa che incoraggia le ragazze del nostro Paese a impegnarsi ancor di più. I maschi nel secondo momento, quello delle Paralimpiadi, sono stati uno spettacolo straordinario come Bertagnolli e Casal. La vostra prestazione si basa sulla fiducia reciproca"
"Complimenti anche a chi ha partecipato ai Giochi e non è qua, lo spettacolo è stato quello offerto dall’impegno e la passione degli atleti. Questo valore è il più importante, un valore di squadra. Valori che uniscono. Mi auguro che in tanti s’impegnino seguendo il vostro esempio. Le bandiere con le vostre firme sono il segno che avete rappresentato con grande prestigio il nostro Paese"

Arianna Fontana: "Le emozioni non finiscono mai"

" Riconsegnare la bandiera al Presidente della Repubblica mi ha fatto battere il cuore a mille. Un ricordo che non dimenticherò mai. Qualcosa di incredibile che porterò per sempre nel cuore. Tanti italiani mi hanno seguita, anche il Presidente. Avevo gli occhi puntati addosso. Per me essere portabandiera è stata una spinta, uno stimolo in più. Le emozioni non finiscono mai. Anche oggi è stata una giornata straordinaria"

Goggia: "Mi reputo una ragazza normale"

" È stata un’emozione unica riuscire a essere qua oggi per il Tricolore. L'oro in discesa? Ho messo in campo la miglior Sofia che la giornata potesse richiedere e ne vado molto fiera. È un sogno che si è avverato. Mi muoverò sempre per i miei obiettivi, ma il sogno che avevo da bambina l’ho realizzato. Mi reputo una ragazza normale. Io portabandiera ai Giochi di Pechino 2022? Non ci ho ancora pensato ma credo che la bandiera debba portarla qualcuno che ha calcato e vissuto la neve da anni e che ha portato a casa risultati e tante medaglie. Io per ora ne ho solo due e ci sono atleti e atlete che ne hanno più di me. Tra quattro anni si vedrà, ora mi godo questi risultati e questa pace con me stessa. Io penso molto alla giornata e di stagione in stagione"
0
0