Getty Images

Malagò sul rinvio dei Giochi Olimpici: "Comanda il virus, è stata una decisione difficile"

Malagò sul rinvio dei Giochi Olimpici: "Comanda il virus, è stata una decisione difficile"
Di Eurosport

Il 24/03/2020 alle 18:05Aggiornato Il 24/03/2020 alle 18:07

Il presidente del CONI, in diretta Instagram insieme a Valentina Marchei, commenta il rinvio dei Giochi Olimpici al 2021: "Attenzione, potrebbero anche iniziare prima dell'estate".

Doveva essere una chiacchierata informale, ma inevitabilmente si è evoluta in qualcosa di più serio: Valentina Marchei spesso è in diretta Instagram con un ospite diverso e questa volta toccava al presidente del CONI Giovanni Malagò. Essendo Valentina uno dei membri della commissione atleti, parlare del rinvio dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020 è stato inevitabile. La pattinatrice definisce questa decisione "inevitabile" e Malagò è molto chiaro sulla questione:

" Hai detto tutto tu - le risponde - Da quando esistono le Olimpiadi Moderne, di fatto non sono mai state spostate, al massimo sono state annullate durante i conflitti bellici. Quello che è successo fa capire l’importanza, la gravità, l’assurdità e la straordinarietà (in negativo) di ciò che stiamo vivendo. Si tratta di una decisione presa a tempo record considerando tutti gli interessi che ci sono in ballo: pensiamo ai diritti tv, ai budget impiegati, agli sponsor, alle prenotazioni, al Villaggio Olimpico dove si dovrebbero radunare atlet,i tecnici, capi delegazione che sarebbero andati ad alloggiare in appartamenti già acquisatati in parte da altri soggetti... C’è una grande difficoltà a dover gestirer tutto. E’ una decisione presa a quattro mani, noi comitati nazionali al CIO abbiamo dato contributo, e dal governo giapponese."
" La verità è che qui chi comanda più di tutti è il Sig. Virus, rappresentato giuridicamente dall’OMS. Quando loro danno il via libera, si possono organizzare le olimpiadi. Attenzione però perché nel comunicato dicono oltre il 2020 e non oltre l’estate 2021. Non è detto che inizino il 24 luglio, a un anno esatto dall’inizio dei Giochi di quest’anno. Potrebbero anche arrivare un po’ prima, ma non lo sa ancora nessuno."

Per Marchei, una delle difficoltà più grosse sarà la ricalendarizzazione di tutto lo sport mondiale, visto che sono tanti gli eventi di grande portata che si svolgono ogni anno e storicamente nell'anno post-olimpico ci sono anche i Mondiali di nuoto e i Mondiali di atletica. Ma Malagò puntualizza come si sono evolute le cose:

" Nel calendario del prossimo anno ci sono tantissime manifestazioni importantissime, ma tutte le Federazioni hanno già detto che si adegueranno alla data di partenza delle Olimpiadi: le Olimpiadi comanderanno a cascata su tutto il resto del calendario internazionale"

Video - Milano-Cortina 2026: il momento dell'annuncio e la festa tutta italiana

01:24