LaPresse

Tempesti non molla: "Sogno Tokyo nel 2021. Avrò 41 anni e magari potrei fare il portabandiera"

Tempesti non molla: "Sogno Tokyo nel 2021. Avrò 41 anni e magari potrei fare il portabandiera"

Il 26/03/2020 alle 13:20Aggiornato Il 26/03/2020 alle 15:12

Dal nostro partner OAsport.it

" Ci avrei provato anche se il rinvio fosse stato al 2022, in teoria non mi cambia niente perché avrei continuato a giocare a pallanuoto. In pratica sarà tutto più difficile: già non era semplice rientrare in nazionale adesso, lo sarà ancora di più con un altro anno sulle spalle. Ma finché giocherò a pallanuoto e a stare ad alti livelli ci proverò, quando mancherà quello allora ci saranno le condizione per appendere la calottina al chiodo. "

Video - Da Pellegrini a Tempesti: i campioni azzurri che continueranno per essere a Tokyo nel 2021

01:40

"Portabandiera? Magari. Vado avanti per meritarmi la calottina azzurra"

" Quando ho saputo del rinvio non ho avuto minimo dubbio. Mi sono scrollato le spalle e mi sono detto ‘ci riproviamo l’anno prossimo’, in fondo non è la prima battuta d’arresto della mia carriera e non sarà l’ultima. Si va avanti, punto ad essere più in forma possibile per potermi candidare alla calottina azzurra. Se sogno di essere portabandiera? Magari… anche se ci sono tanti atleti che meriterebbero quella posizione. Io non so neanche se ci andrò, ai Giochi, ma ai sogni non si pongono limiti. "

gianluca.bruno@oasport.it

Video - Universiadi, l'Italia della pallanuoto batte 18-7 gli Usa in finale: gli highlights

03:21