Imago

Tracollo del Setterosa nei quarti di finale degli Europei, slitta il pass olimpico

Tracollo del Setterosa nei quarti di finale degli Europei, slitta il pass olimpico

Il 21/01/2020 alle 17:40Aggiornato Il 21/01/2020 alle 17:45

Dal nostro partner OAsport.it

Non c’è praticamente mai stata storia. L’illusione di una prima metà di gara giocata alla pari, poi il crollo totale. Non c’è stata la forza per reagire ad un momento di difficoltà, in una manifestazione nata e proseguita davvero molto male. Inizia con un brutto crollo il cammino di Paolo Zizza sulla panchina del Setterosa: la Nazionale femminile viene sconfitta dalla Russia per 13-7 nei quarti di finale degli Europei di pallanuoto a Budapest.

Le russe, favorite alla vigilia, hanno sfruttato alla grande le loro doti sin dai primi minuti, con le azzurre che non sono riuscite ad opporsi. Una condizione psicofisica, come vista nelle partite precedenti (Olanda e Spagna su tutte), tutt’altro che al top per le vice campionesse olimpiche in carica. Azzurre che nei primi minuti hanno reagito bene alle offensive russe, con Emmolo e Chiappini che hanno accorciato le distanze nella prima frazione chiusasi per 3-2 in favore delle rivali. Russe che hanno provato ad allungare, ma a metà gara il parziale è rimasto ancora sul -1. Dalla ripresa in poi però le controfughe delle russe e le imprecisioni delle azzurre hanno chiuso la contesa. Due parziali devastanti: 4-1 e 3-1 che non lasciano spazio a repliche. C’è davvero tanto da migliorare per il Setterosa, nel frattempo le medaglie e il pass olimpico scappano via.

Russia-Italia 13-7

Russia: Ustiukhina , Bersneva 3, Prokofyeva 1, Karimova 3, Borisova , Gorbunova 1, Serzhantova 1, Simanovich , Timofeeva 3, Soboleva , Ivanova , Fedotova 1, Karnaukh . All. Gaidukov

Italia: Gorlero , Tabani , Garibotti 1, Avegno , Queirolo 2, Aiello , Marletta , Bianconi , Emmolo 2, Palmieri , Chiappini 2, Carrega , Sparano . All. Zizza

Arbitri: Alexandrescu (Rou), Koryzna (Pol)

Note

Parziali: 3-2 3-3 4-1 3-1 Uscita per limite di falli Borisova (R) a 4’19 del terzo tempo. Superiorità numeriche: Russia 6/10 e Italia 2/10 + un rigore. In porta Karnaukh (R). Ammonito per proteste il tecnico Gaidukov (R) a 7’59 del primo tempo. Karnaukh (R) para un rigore a Garibotti a 3’18 del quarto tempo.