From Official Website

Champions League: Civitanova espugna Modena, anche la Lube ai quarti di finale

Champions League: Civitanova espugna Modena, anche la Lube ai quarti di finale

Il 13/02/2019 alle 23:33Aggiornato Il 13/02/2019 alle 23:36

Dal nostro partner OAsport.it

Civitanova batte Modena per 3-1 (25-27; 28-26; 25-23; 25-21) e il risultato del derby italiano ha un significato ben preciso per quanto riguarda la Champions League 2019 di volley maschile: i Cucinieri, già certi del primo posto nella Pool B e della qualificazione ai quarti di finale, saranno anche testa di serie nel sorteggio del primo turno a eliminazione diretta mentre i Canarini sono praticamente eliminati dalla massima competizione continentale per club. I gialloblù, per proseguire la propria avventura nel torneo, dovranno sperare in una serie di risultati nell’ultima giornata della fase a gironi: dovranno battere il Karlovarsko per 3-0, lo Zaksa di Gardini dovrà perdere nettamente contro la Lube, in più ci sarà bisogno di diversi incastri favorevoli dagli altri raggruppamenti per essere tra le tre migliori seconde.

Sembra pura utopia, gli emiliani sono incappati nella quarta sconfitta consecutiva nelle ultime due settimane davvero da incubo e proseguono nella propria crisi che non ha sembra avere fine: davanti ai 4500 spettatori del PalaPanini, i padroni di casa sono crollati pur lottando su ogni pallone e ora la stagione rischia davvero di diventare fallimentare nonostante le aspettative della vigilia. Civitanova invece si risolleva dopo aver perso la finale della Coppa Italia contro Perugia e vince nuovamente un big match importante, tra l’altro le due squadre si fronteggeranno nuovamente domenica sera nell’incontro valido per la 21^ giornata di SuperLega.

Il sestetto guidato da Fefé De Giorgi si è fatto letteralmente trascinare dallo schiacciatore Osmany Juantorena (20 punti) e dall’opposto Tsvetan Sokolov (21 punti) entrambi ben azionati da Bruninho che ha sfruttato anche il centrale Simon (13) affiancato da capitan Dragan Stankovic (9, 3 muri), staffetta di banda tra Leal e Jiri Kovar (5 punti a testa), Fabio Balaso il libero. Modena ha dovuto fare a meno del palleggiatore titolare Micah Christenson che si è operato al menisco, Wessel Keemink ha cercato di tirare fuori il meglio da Ivan Zaytsev (15), Tine Urnaut (20) e Bartosz Bednorz (17) ma non è bastato.

Modena scappa subito via nel primo set con due sassate di Zaytsev e il muro di Holt su Leal (6-2) ma Civitanova rientra prontamente con due vincenti di Sokolov e l’ace di Simon (6-5). I Canarini non si scompongono e allungano nuovamente: muro di Keemink su Leal, primo tempo di Holt, due errori consecutivi di Sokolov e 11-7 per i padroni di casa. Gli emiliani controllano la situazione nonostante lo Zar si faccia murare e poi sbagli dalla seconda linea (16-13), Bednorz trova un bel vincente da posto 4 per il 20-17 ma la Lube si sveglia: Simon stampa Zaytsev e poi firma il primo tempo del pari a quota 20. Finale di fuoco, i cucinieri hanno due set-point ma Urnaut annulla tutto e poi firma l’ace del 26-25 a cui segue il muro di Anzani che chiude i conti.

I ragazzi di Julio Velasco sono galvanizzati, volano subito sul 10-7 con Zaytsev e Urnaut sugli scudi e lo Zar firma anche l’ace del 13-10. Stampatona di Urnaut per il 15-11 ma la Lube ancora una volta si rimbocca le maniche: due numeri di Juantorena e Sokolov, poi primo tempo di Simon, muro di Sokolov e ace di Bruno (17-16). Il sorpasso degli ospiti arriva sul 21-20 con l’ace di Sokolov, break sul 23-21 col fallo di trattenuta di Urnaut e poi ai vantaggi i biancorossi questa volta sono più cinici con due vincenti consecutivi.

I gialloblù partono benissimo anche nella terza frazione (8-4 con ace di Holt e muro di Anzani) ma un’invenzione di Bruninho e due fiondate di Juantorena permettono agli uomini di De Giorgi di rimanere in scia (10-11). Il sorpasso arriva sul 15-14 quando Anzani sbaglia il primo tempo, poi si scatena Stankovic con due primi tempi consecutivi e un muro (18-14). Entra Mazzone per Modena, con un primo tempo e un muro tiene vivi i padroni di casa (20-21) ma Zaytsev serve in rete (21-23), Simon trova le mani del muro e Stankovic chiude con un primo tempo.

Civitanova parte a razzo nel quarto set sfruttando due errori di Zaytsev e una sbavatura di Keemink (6-3). Juantorena indemoniato in fase offensiva (14-9), Simon glaciale col primo tempo (15-10). Pipe vincente di Juantorena, ace e attacco di Sokolov: sul 19-13 cala il sipario, la Lube fa festa e per Modena è buio pesto.

CLASSIFICA POOL B: Civitanova 5 vittorie (15 punti), Zaksa 3 vittorie (9 punti), Modena 2 vittorie (6 punti), Karlovarsko 0 vittorie (0 punti).

0
0