From Official Website

Civitanova strapazza l’Al-Rayyan, esordio vincente della Lube al Mondiale per Club

Civitanova strapazza l’Al-Rayyan, esordio vincente della Lube al Mondiale per Club

Il 03/12/2019 alle 23:33Aggiornato Il 03/12/2019 alle 23:45

Dal nostro partner OAsport.it

Civitanova ha strapazzato l’Al-Rayyan per 3-0 (25-16; 25-18; 25-13) all’esordio nel Mondiale per Club 2019 di volley maschile, la Lube partiva con tutti i favori del pronostico nell’incontro d’apertura della rassegna iridata e a Betim (Brasile) ha chiuso i conti in appena 75 minuti di gioco. Tutto davvero molto facile per i Campioni d’Europa che non hanno minimamente sofferto contro i qatarini, non c’è stata partita e i biancorossi hanno giganteggiato al piccolo trotto: i ragazzi di coach Fefé De Giorgi non hanno dovuto strafare contro un avversario oggettivamente molto modesto e hanno incamerato un agevole successo nel round robin che serve per definire gli accoppiamenti delle semifinali. Buona la prima per i marchigiani che torneranno in campo domani notte (ore 00.30) in un incontro decisamente più probante contro i brasiliani del Sada Cruzeiro per poi chiudere la fase a gironi contro i russi dello Zenit Kazan giovedì sera (ore 22.00).

L’uomo di giornata è stato l’opposto Kamil Rychlicki che era stato messo in discussione nelle ultime settimane e che oggi si è riscattato giocando al posto di Amir Ghafour, fermo ai box per dei problemi alla schiena: 13 punti col 65% in attacco per il lussemburghese che ha giganteggiato per tutta la partita. Bruninho è stato impeccabile in regia, ha spaziato su tutto il fronte offensivo chiamando in causa gli schiacciatori Yoandy Leal (9 punti) e Osmany Juantorena (7 marcature, 6 su 8 in attacco per la Pantera sostituito nel terzo set da Jiri Kovar), da annotare anche le prove dei centrali Robertlandy Simon (9 punti, 3 muri) affiancato dal polacco Mateusz Bieniek (8) con cui forma la coppia per le competizioni internazionali, bene anche il libero Fabio Balaso. Dall’altra parte della rete il migliore è stato l’opposto portoghese Marco Ferreira (9) che si è acceso soltanto per un breve frangente nella parte centrale del secondo set.

La cronaca

Civitanova inizia bene nel primo set con due fiondate di Juantorena (2-0), poi un buon Rychlicki in attacco e un ace di Leal valgono l’allungo sul 7-3. La Pantera si fa vedere andando a prendere un pallone ad altezza siderale, Leal illumina con una bomba delle sue e i biancorossi controllano senza particolari problemi (14-8). Rychlicki è continuo in fase offensiva, Bieniek stampa un primo tempo, Leal infiamma a tutto campo con un diagonale e poi chiude i conti dopo un grande ace di Bieniek.

I vincenti di Juantorena e Leal, seguiti da un primo tempo di Bieniek, permettono alla Lube di portarsi sul 4-2 in avvio di secondo parziali ed è un poi un granitico Simon a regalare il 7-5 con una chiusura di prima intenzione e un primo tempo. Bieniek sale in cattedra con due fulmini e un muro pazzesco (12-10), Vinicius sbaglia (14-10) ma poi un sorprendente Marco Ferreira firma un diagonale e due aces consecutivi (14-13). I Campioni d’Europa tremano per un breve frangente (18-16), poi un diagonale di Juantorena e un ace di Simon scacciano la paura (20-16) prima della chiusura per mano di Juantorena dai nove metri.

La Pantera lascia il campo e dall’inizio del terzo set c’è Jiri Kovar tra le fila di Civitanova. I Campioni d’Italia partono a razzo: missile di Leal, ace di Rychlicki, tre muri e un primo tempo per un maestoso Simon. I marchigiani volano sul +6 (8-2), l’opposto lussemburghese continua a martellare a suon di attacchi da ogni zona del campo e il suo turno in battuta si protrae fino al 14-3. La Lube si limita a controllare e al piccolo trotto porta a casa il successo con Leal e Rychlicki in luce, a chiudere la contesa è un errore al servizio degli avversari.

0
0