Eurosport

Perugia-Modena 3-1, i Block Devils vincono gara-1 delle semifinali Scudetto

Perugia-Modena 3-1, i Block Devils vincono gara-1 delle semifinali Scudetto

Il 17/04/2019 alle 09:54Aggiornato Il 17/04/2019 alle 09:55

Dal nostro partner OAsport.it

Perugia ha sconfitto Modena per 3-1 (25-15; 26-24; 21-25; 26-24) nella gara-1 delle semifinali scudetto di volley maschile, i Block Devils si sono imposti dopo 118 minuti di autentica battaglia di fronte al proprio pubblico e si sono portati in vantaggio nella serie che si preannuncia particolarmente lunga dopo quanto visto questa sera. I Campioni d’Italia hanno dovuto fare a meno dello squalificato Aleksandar Atanasijevic (una giornata di stop dopo la rissa al termine della “bella” contro Monza) ma sono riusciti ad avere la meglio contro i Canarini che sembrano avere trovato la forma dei giorni migliori, gli umbri sono stati più cinici nei finali punto a punto di secondo e quarto set che hanno indirizzato l’incontro.

A fare la differenza è stato il servizio degli uomini di Lorenzo Bernardi (10 aces), prestazione importante da parte di Wilfredo Leon (24 punti, 4 aces) e Filippo Lanza (12, 2 aces) che hanno formato il tridente offensivo insieme a Alexander Berger (4), buona regia di Luciano De Cecco che ha fatto di necessità virtù insistendo anche sui centrali Marko Podracanin (6, 3 muri) e Fabio Ricci (8, 2 muri e 2 aces). Ivan Zaytsev si è acceso solo a tratti (9 punti), Bartosz Bednorz (17) e Tine Urnaut (15) sono stati i migliori della squadra guidata da Julio Velasco.

Perugia scappa subito via nel primo set: 4-0 in un amen, 8-2 con due aces consecutivi di Leon, 10-4 con l’attacco out di Bednorz. I Block Devils sono in controllo del parziale, allungano definitivamente col muro di Podrascanin e l’ace di Lanza (15-7), il finale non riserva particolari sorprese e anche Della Lunga mette la firma con due aces di fila (23-14), mentre la stampatona di Podrascanin chiude i conti.

La seconda frazione di gioco è combattutissima, botta e risposta fino al pari a quota 9 quando Ricci sale in cattedra con un muro e un ace (11-9). I padroni di casa conservano il break con Lanza e Berger, poi Ricci mura Urnaut e Leon inventa una grande mani-fuori per il 17-13. I ragazzi di Bernardi sembrano in totale controllo, si issano sul 23-20 ma qui sbandano: primo tempo di Mazzone ed errore in ricezione (23-22). Leon regala due set-point ma Holt e Bednorz li annullano (24-24), Zaytsev sbaglia il servizio e poi Bednorz commette un letale errore in attacco che consegna il 2-0 ai Campioni d’Italia.

Perugia riparte a razzo nel terzo set: due attacchi vincenti di Lanza e ace di Leon per il 6-3 che diventa 9-6 grazie a un paio di giocate del cubano. Un’invasione di Ricci, un muro su Berger e una fiondata di Bednorz regalano a Modena il pari a quota 10 e qui sale in cattedra Zaytsev con un mani-fuori e una bella parallela per il primo concreto vantaggio della partita (13-11). Lo Zar e Urnaut iniziano a fare la differenza, Perugia però rimane in scia con Leon (18-18). Bednorz trova l’ace del 21-19, Lanza attacca fuori la parallela, poi Hoag e Leon commettono due errori e così Modena riapre la partita.

Modena spinge in avvio di quarto set, Leon viene murato per tre volte e 4-1 per i Canarini, ma Ricci e lo stesso cubano con un ace valgono il 3-4. I Block Devils la ribaltano con l’ace di Lanza (8-7) e allungano con una flash di Leon (10-8). Due errori di Bednorz e Holt, seguiti dall’ace di Ricci, fanno volare i padroni di casa sul 16-12 ma gli emiliani hanno la forza di reagire con un mani-fuori di Urnaut, un errore di Lanza e un ace di Holt (16-15). Due staffilate di Leon (20-17) sembrano poter chiudere i conti ma Holt inventa un primo tempo e Berger sbaglia la diagonale (20-19). Pareggio a quota 22 dopo un errore in battuta di Leon, Lanza regala il primo match-point a Perugia ma De Cecco sbaglia il servizio. Christenson spara in rete dai nove metri, Urnaut prende l’antenna e i Campioni d’Italia vincono 3-1.

Video - Le regole base della pallavolo: dai tre tocchi alla maglia del libero, passando per la linea dei 3 m

02:45

0
0