Getty Images

Perugia vola in Finale Scudetto dopo la battaglia campale con Modena! Zaytsev ko

Perugia vola in Finale Scudetto dopo la battaglia campale con Modena! Zaytsev ko

Il 28/04/2019 alle 20:43Aggiornato Il 28/04/2019 alle 22:17

Dal nostro partner OAsport.it

Perugia ha sconfitto Modena per 3-2 (19-25; 27-25; 23-25; 25-20; 15-8) nella combattutissima gara-5 della semifinale playoff, ha chiuso la serie sul 3-2 e si è qualificata alla Finale Scudetto in cui affronterà Civitanova. I Campioni d’Italia potranno difendere il tricolore conquistato lo scorso anno e mandano in visibilio il gremitissimo PalaBarton che ha seriamente tremato quando i Canarini si erano involati sul 2-1 e conducevano il quarto set per 11-7.

I ragazzi di Lorenzo Bernardi hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo e sono risorti nel momento più critico confermando la loro imbattibilità casalinga nei playoff mentre i ragazzi di Julio Velasco escono a testa altissima dal campo dopo aver seriamente messo in difficoltà la corazzata umbra che partiva con tutti i favori del pronostico. Perugia si è così qualificata per la quarta volta alla Finale Scudetto, ha perso quelle del 2014 (proprio contro la Lube) e quella del 2016 (contro Modena), dodici mesi fa si impose contro Civitanova e dunque dal 1° maggio andrà in scena una rivincita. Perugia, Civitanova e Trento disputeranno la prossima Champions League mentre Modena si deve accontentare della CEV Cup.

Perugia ringrazia il fuoriclasse Wilfredo Leon (21 punti, 3 aces) affiancato di banda da Filippo Lanza (10), show dell’opposto Aleksandar Atanasijevic (21 punti), tutti ben imbeccati da Luciano De Cecco che ha sfruttato anche i centrali Fabio Ricci e Marko Podrascanin (9 punti a testa). A Modena non è bastato Ivan Zaytsev (21 punti, 3 aces), il martello polacco Bartosz Bednorz si è infortunato in chiusura di secondo set (10 punti) venendo sostituito da Tine Urnaut (6), doppia cifra anche per l’altro martello Kevin Tillie (10) e per il centrale Max Holt (12, 3 muri).

Punto a punto serratissimo in avvio di primo set, botta e risposta tra i due opposti poi Modena piazza un break pesante: 14-12 con i due muri di Christenson e Tillie su Leon. I Canarini conservano i due punti di vantaggio e poi piazzano l’allungo con un muro di Mazzone sul pallonetto di Atanasijevic e un errore in attacco di Lanza (18-14). Gli ospiti controllano la situazione, Zaytsev si inventa il diagonale del 21-17, Holt piazza l’ace del 23-18 e poi Leon consegna il parziale agli avversari sbagliando dai nove metri.

I ragazzi di Velasco partono benissimo nel secondo parziale (3-1 con la stampatona di Bednorz su Atanasijevic). Zaytsev si inventa un fantastico mani fuori, Holt stampa Leon e lo Zar firma l’ace del 12-7. Gli ospiti continuano a volare, Zaytsev firma un nuovo ace (20-15), Christenson stampa Lanza e Bednorz piazza la botta del 23-17. Bernardi tenta la mossa della disperazione: inserisce Hoag al servizio e lo schiacciatore firma tre aces consecutivi intervallati da un errore di Holt in primo tempo. Sul 22-23 Bednorz si infortuna alla caviglia e deve lasciare il campo, i Block Devils fiutano l’occasione, annullano due set-point agli avversari e poi vincono il parziale grazie alla grinta di Podrascanin e Atanasijevic.

Gli emiliani accusano il colpo in avvio di terzo set, gli umbri si issano sul 3-0 ma qui emerge un sontuoso Zaytsev (attacco e ace, 4-3). Si procede punto a punto, la posta in palio è elevatissima, nessuno vuole mollare. La prima svolta arriva sul pari a quota 19: parallela di Lanza ed errore offensivo di Tillie, 21-19 per Perugia. Modena però rientra subito col primo tempo di Holt e il vincente di Tillie (21-21). Il martello francese attacca benissimo sulle mani alte del muro (23-22), Christenson firma un ace sontuoso (24-22) e Mazzone chiude di prepotenza.

Modena cerca di scappare via in avvio di quarto set con l’ace di Holt e due invenzioni di Mazzone (muro e primo tempo per il 7-3). Urnaut conferma il +4 (11-7) ma sale in cattedra Leon che firma due aces trovando il pareggio a quota 11. Botta e risposta tra Podrascanin e Zaytsev (14-14) ma lo Zar commette due sbavature decisive: errore al servizio e attacco out per il 20-17 dei padroni di casa. Due muri consecutivi di Ricci valgono il 22-17 per i Block Devils, Lanza e Leon chiudono il set e tutto si decide al tie-break.

Due fiondate di Atanasijevic e una free-ball concretizzata da Lanza lanciano Perugia sul 5-2, l’opposto di Perugia si scatena con altre due bordate che valgono il +4 al cambio campo (8-4). Lanza trova due attacchi per il 10-5, Modena alza bandiera bianca e Perugia vola in Finale Scudetto.

Video - Zaytsev: "Che figata il pubblico di Milano! Stiamo facendo tifare tante persone"

02:21
0
0