From Official Website

Superlega, Ravenna sbanca Castellana Grotte e resta in corsa per i playoff

Superlega, Ravenna sbanca Castellana Grotte e resta in corsa per i playoff

Il 26/01/2019 alle 21:00Aggiornato Il 26/01/2019 alle 21:13

Dal nostro partner OAsport.it

La Consar Ravenna si è imposta sul campo della BCC Castellana Grotte con il risultato di 1-3 (25-20, 18-25, 28-30, 19-25) nell’anticipo della 19a giornata. La formazione di Gianluca Graziosi prosegue così il proprio inseguimento a un posto nei playoff, mentre gli uomini di Vincenzo Di Pinto incappano nella 19a sconfitta della stagione e restano all’ultimo posto in classifica, con notevole distacco dalle avversarie. Decisivi per la squadra romagnola il lussemburghese Kamil Rychlicki (24 punti) e l’azzurro Giacomo Raffaelli (17 punti), ben supportati dall’argentino Cristian Poglajen (15 punti). Non basta la serata incontenibile del brasiliano Renan (29 punti con 4 ace) ai pugliesi per conquistare la prima vittoria stagionale.

Castellana Grotte subisce la maggiore aggressività degli ospiti in avvio, poi Mirzajampour e Renan iniziano a colpire in fase d’attacco e la formazione pugliese ribalta il risultato, conquistando il primo parziale per 25-20. Il secondo set prende invece rapidamente la strada di Ravenna. La squadra di Graziosi sfrutta gli ottimi turno di servizio di Russo e Rychlicki e trova l’allungo decisivo imponendosi con il punteggio di 18-25 e rimettendo in parità l’incontro.

Nel terzo parziale la formazione romagnola parte fortissimo con Verhees e Rychlicki, ma Castellana resta a contatto e ritrova la parità con Renan. Raffaelli riporta avanti Ravenna, ma i padroni di casa pareggiano con un muro di Scopelliti sul 20-20. La sfida procede in equilibrio con un finale ricco di tensione: i pugliesi sprecano quattro opportunità per chiudere il set e l’errore di Renan consegna il set agli ospiti sul 28-30.

Ravenna comincia meglio il quarto periodo e allunga con un pallonetto spinto di Poglajen e con un errore in ricezione di Mirzajampour. Castellana però reagisce e impatta sul 11-11. La formazione romagnola trova il break con il servizio di Poglajen, quindi il muro di Russo vale il 18-21. È il parziale decisivo: Raffaelli mette a terra il 19-25 e chiude l’incontro.

Video - I primi 40 anni di Francesca Piccinini, la regina della pallavolo italiana

01:15
0
0