Other Agency

L'Italvolley può rompere il tabù dello sport di squadra: dal 2011 non vinciamo un mondiale

L'Italvolley può rompere il tabù dello sport di squadra: dal 2011 non vinciamo un mondiale

Il 20/10/2018 alle 09:20Aggiornato Il 20/10/2018 alle 09:32

La splendida Nazionale Italiana di Mazzanti contro la Serbia nella finale in programma alle 12.30 a Yokohama può riportare il tricolore sul gradino più alto in una rassegna iridata di una manifestazione per sport di squadra. L'ultimo successo è l'oro del Settebello nel 2011, prima di esso solo gli Azzurri di Lippi nel 2006.

All'ora di pranzo di questo splendido sabato di fine ottobre, tutta Italia farà il tifo davanti al televisore per le ragazze terribili di coach Mazzanti che a Yokohama si giocheranno l'oro nella finale mondiale contro la Serbia. Un traguardo già di per sé pazzesco che rappresenta anche una bella boccata d'ossigeno per tutto lo sport italiano che in questi anni ha un po' perso l'abitudine all'inebriante gioia di salire sul gradino più alto del podio di una rassegna iridata.

Andando a spulciare tra tutti gli sport a squadre, considerando solo quelli che si giocano in due o più componenti contemporaneamente (escludendo quindi la scherma, dove di medaglie ne abbiamo vinte parecchie, il tennis, l’atletica lo sci e il nuoto), si nota come l’ultima Italia a vincere un titolo iridato sia stato il Settebello di Sandro Campagna nel 2011 e, prima di esso, solo gli Azzurri di Marcello Lippi a Berlino nel 2006.

Calcio

  • Maschile – Nel 2006 l’ultima vittoria, la grande gioia di Cannavaro e compagni. Da lì in poi due eliminazioni al primo turno e la deprecabile mancata qualificazione all’ultimo torneo.
  • Femminile – Il miglior risultato è l’uscita al 1° turno nel 1999.
2006 Italy Cannavaro

2006 Italy CannavaroEurosport

Pallavolo

  • Maschile – Il 1998 resta l’ultimo anno di gloria, quello del terzo Mondiale di fila per la nazionale della generazione dorata. Poi tre quinti posti (l'ultimo maturato un mese fa nella sfortunata Final Six di Torino) e un quarto, con il pessimo ricordo del torneo 2014 dove è stato raccolto un rivedibile 13° posto.
  • Femminile – Il titolo del 2002 ha lasciato il posto a due medaglie di legno (2006 e 2014) e un quinto posto nel 2010.
2010 Mondiali femminili Italia Eleonora Lo Bianco Photo: www.fvb.org

2010 Mondiali femminili Italia Eleonora Lo Bianco Photo: www.fvb.orgEurosport

Pallacanestro

  • Maschile – Quadro desolante: non partecipiamo dal 2006 (9° posto) e il miglior risultato risale al 1978 (4°). Ci "salvano" l'argento olimpico del 2004 e il bronzo europeo del 2003, uniche soddisfazioni degli anni 2000... ma non mondiali!
  • Femminile – Peggio della maschile: non si disputa un campionato del mondo dal 1994 (11°), con miglior piazzamento nel 1975 (4°).
Gianluca Basile

Gianluca BasileEurosport

Pallanuoto

  • Maschile – Delle squadre azzurre una delle più costanti, ma dopo l’oro a Shanghai niente più che quarti posti, con il brutto sesto dell’ultima edizione a Budapest (2017).
  • Femminile Setterosa a una vita dall’ultimo successo, risalente al 2001. Poi un argento a Barcellona nel 2003 e il bronzo di Kazan di tre anni fa.
Sandro Campagna - Pallanuoto - AP/LaPresse

Sandro Campagna - Pallanuoto - AP/LaPresseLaPresse

Rugby

  • Maschile – Una nazionale che prova a sognare da anni ma che mai è riuscita a togliersi delle soddisfazioni, a livello mondiale così come al Sei Nazioni.
  • Femminile – Un po’ meglio dei colleghi maschi, ma il 9° posto del 2017 è ben lontano dall’idea di un possibile podio.
Sergio Parisse - Italia-Nuova Zelanda 2016

Sergio Parisse - Italia-Nuova Zelanda 2016LaPresse

Baseball

  • Maschile – Due medaglie di legno nella storia di uno sport che non è sicuramente punta di diamante del movimento sportivo azzurro, di cui l’ultima risalente al ’98.
  • Femminile (softball) – Male a livello mondiale, si è sempre ben difesa in campo europeo, dove ha conquistato 8 titoli consecutivi dal ’92 al 2007, tornando campione nel 2015 dopo un 6° posto nel 2009 e due argenti nel 2011 e 2013.
Italia, Baseball

Italia, BaseballOther Agency

Calcio a 5

  • Maschile – Mai nessun oro, ma uno strepitoso argento mondiale nel 2004 a Taipei. Seguito, anni dopo, da due bronzi consecutivi nel 2008 e 2012 in Brasile e Thailandia.
  • Femminile – Nata nel 2015, non ha ancora disputato alcuna competizione internazionale, pur avendo una giocatrice da record: Giulia Domenichetti, dal suo esordio contro l’Ucraina, è diventata la prima atleta italiana (maschi compresi) a vestire la maglia azzurra di due discipline differenti (calcio a 5 e a 11).
Italia-Spagna, finale Mondiale 2004

Italia-Spagna, finale Mondiale 2004Getty Images

Pallamano

  • Maschile – Una sola presenza al torneo mondiale, nel 1997, con un non memorabile 18°.
  • Femminile – Unica partecipazione quella del 2001, ospitata. Risultato: 16° posto.
Handball, Italia 2015

Handball, Italia 2015Getty Images

Beach Volley

Messo in elenco perché originariamente nato come sport di squadra a differenza del doppio nel tennis.

  • Maschile – Tante, tantissime medaglie europee e al World Tour e un magico argento olimpico a Rio 2016 con Lupo-Nicolai. Ma nessun metallo mondiale.
  • Femminile – Discorso analogo, senza successi olimpici.
Lupo-Nicolai

Lupo-NicolaiLaPresse

0
0