Twitter

Semifinale Italia-Cina: le avversarie delle azzurre ai raggi X

Semifinale Italia-Cina: le avversarie delle azzurre ai raggi X

Il 16/10/2018 alle 17:28Aggiornato Il 16/10/2018 alle 17:30

Dal nostro partner OAsport.it

L’Italia ora è davvero a un passo dal sogno. Grazie a una cavalcata strepitosa fatta di dieci vittorie e una sola sconfitta (ininfluente contro la Serbia), le azzurre si sono qualificate alle semifinali dei Mondiali 2018 di volley femminile e venerdì 19 ottobre (ore 09.10) torneranno in campo a Yokohama (Giappone) per affrontare la Cina in un match da dentro o fuori: le ragazze di Davide Mazzanti vanno a caccia della vittoria contro le Campionesse Olimpiche per volare dritto verso l’atto conclusivo da giocare contro la vincente di Serbia-Olanda, la speranza è quella di rivivere l’epopea di Berlino 2002. Ma conosciamo più da vicino le nostre avversarie, tra le grandi favorite per la conquista del titolo che quattro anni fa ci sconfissero in semifinale prima di arrendersi agli USA.

La Cina si presenta a questo appuntamento avendo perso solo una partita, quella contro l’Italia nella prima fase. Poi le ragazze di Lang Ping hanno demolito USA e Russia nel secondo turno, nella Final Six si sono imposti nuovamente sulle Campionesse del Mondo e sull’Olanda, guadagnandosi così questo appuntamento: il loro obiettivo è quello di agguantare la sesta finale della storia (hanno vinto quelle del 1982 e 1986, poi ne hanno perse tre tra cui quella del 2014 a Milano). Le Campionesse Olimpiche si distinguono per il loro gioco concentrato sulla difesa, il sestetto è abituato a recuperare palloni in ogni zona del campo, tirano su di tutto e mandan in bambola le rivali che a un certo punto potrebbero sentirsi annichilite perché gli attacchi non vanno mai a segno.

Si tratta di una formazione molto solida, abile in contrattacco e che si fa valere con un gioco particolarmente rapido. La stella indiscussa è il fenomeno Zhu Ting, micidiale schiacciatrice di due metri che è in grado di fare la differenza in ogni frangente, un fenomeno internazionale in forza al VakifBank Istanbul che sa come trascinare la propria Nazionale e che sarà affiancata di banda da Changning Zhang ma attenzione anche al giovane opposto Xiangyu Gong, una classe 1997 che può farsi sentire. Da non sottovalutare i muri e le fast delle centrali Yuan e Yan, la regia di Xia Ding si fa sempre apprezzare per la varietà, punta tanto sulla precisione delle compagne in difesa per poi scattare la potenza delle proprie attaccanti.