Getty Images

World Team Trophy, terzi Della Monica-Guarise nello short, record di Guignard-Fabbri e Rizzo quarto

World Team Trophy, terzi Della Monica-Guarise nello short, record di Guignard-Fabbri e Rizzo quarto

Il 12/04/2019 alle 14:55Aggiornato Il 12/04/2019 alle 14:57

Dal nostro partner OAsport.it

La seconda giornata dei World Team Trophy 2019, gara biennale a squadre di pattinaggio artistico quest’anno di scena a Fukuoka (Giappone) presso la Marine Messe, è stata inaugurata dallo short program delle coppie.

Nicole Della Monica e Matteo Guarise hanno conquistato un’importantissima terza posizione, portando punti preziosi al Team azzurro, distante dal Canada di solo una lunghezza nella classifica provvisoria. Gli atleti delle Fiamme Oro allenati da Cristina Mauri, nonostante una piccola sbavatura nel triplo salchow in parallelo e un arrivo non perfetto nel triplo rittberger lanciato, hanno convinto pubblico e giuria eseguendo un bellissimo programma, raccogliendo livello 4 in tutti gli elementi (valutati con un grado di esecuzione positivo), ad eccezione del triplo twist chiamato di livello 3, guadagnando un totale di 69.77 (36.87, 32.90).

A vincere il segmento sono stati i russi Natalia Zabiiako-Alexander Enbert, pattinatori dalla grande capacità realizzativa; la coppia medaglia di bronzo agli ultimi Mondiali si è imposta eseguendo una performance priva di errori di rilievo con cui ha ottenuto una valutazione di 75.80 (41.06, 34.74), superando i quotati francesi Vanessa James e Morgan Ciprès, inchiodati al secondo posto per via di un errore nella trottola combinata, chiamata solo di livello 2 con GOE negativo. I Campioni Europei in carica si sono dovuti quindi accontentare di 73.48 punti (38.47, 35.01).

***

Si è conclusa, invece, la gara della danza.

A trionfare agilmente sono stati i Vice Campioni Olimpici Gabriella Papadakis e Guillaume Cizeron, autori dell’ennesima prova incantevole della stagione. I detentori del titolo iridato hanno fatto impazzire il pubblico nipponico (che ha regalato una standing ovation a fine performance) confezionando il massimo dei livelli in tutti gli elementi (ad eccezione della serie di passi su un piede in parallelo, chiamata 3 solo per Gabriella) ricevendo valutazioni stellari; In particolar modo i francesi hanno ottenuto +5 all’unanimità nei sollevamenti stationary, curve in quello coreografico, oltre che un plebiscito di 10.0 nella voce “Interpretation of the music delle componenti del programma. Grazie a questo riscontro i leader indiscussi della specialità hanno raccolto l’incredibile punteggio di 135.82 (76.34, 59.48) registrando il nuovo record del mondo.

Esattamente come già successo poche settimane fa ai Mondiali di Saitama, a piazzarsi al secondo posto sono stati i convincenti russi Victoria Sinitsina-Nikita Katsalapov, anche oggi artefici di una performance intensissima con cui hanno conquistato il nuovo primato personale di 130.63 (72.64, 57.99) staccando nettamente gli statunitensi Madison Hubbell-Zachary Donohe, terzi classificati con 127.11 (70.44, 56.67).

Con il nuovo personal best si è conclusa la stagione meravigliosa di Charlène Guignard e Marco Fabbri, quinti classificati dopo aver regalato a tutti gli appassionati l’ultimo grande momento di rara raffinatezza della loro annata sportiva. I danzatori di Barbara Fusar Poli, arruolati nel gruppo sportivo Fiamme Azzurre, mai come questa volta hanno pattinato come se fossero sulle nuvole, come le musiche sognanti di “La La Land” impongono, eseguendo gli elementi pianificati in modo scorrevole, fluido e veloce ricevendo un totale di 122.29 (67.99, 54.39), nuovo importante risultato per continuare la meravigliosa scalata verso l’Olimpo.

***

A chiudere la giornata il free program maschile.

In una gara di altissimo livello, il gioiellino azzurro Matteo Rizzo, come ormai da abitudine, ha superato ogni aspettativa confezionando il quarto posto con il miglior programma libero dell’intera stagione. Il pattinatore allenato da Franca Bianconi e dal padre Valter ha impreziosito la sua performance con salti di grandissima qualità, due su tutti il quadruplo toeloop iniziale e il triplo axel atterrato con bonus, ruotando correttamente il resto degli elementi ad eccezione del triplo lutz singolo, eseguito solo doppio. Grazie alla grande pulizia e alla sempre giù trascinante energia interpretativa, Rizzo ha polverizzato i suoi record conquistando il nuovo primato personale scavalcando quota 170, precisamente 172.89 (88.27, 84.62).

Prova di grande valore anche quella del talento Daniel Grassl, undicesimo classificato con 148.68 (77.96, 71.72); il giovane altoatesino seguito da coach Lorenzo Magri ha presentato davanti al pubblico nipponico il suo importante bagaglio tecnico, completando un buon quadruplo rittberger, il triplo axel e le combinazioni triplo lutz (filo non pulito)/triplo toeloop (sottoruotato) e triplo flip/euler/triplo salchow. Malgrado una caduta sul quadruplo lutz e una sbavatura sull’arrivo del triplo toeloop in combinazione con il triplo flip, Daniel ha raccolto l’importante punteggio di 148.71 (77.96, 71.72), chiudendo in modo positivo una stagione da assoluta rivelazione.

Come già successo nel segmento più breve, la gara è stata vinta dallo statunitense Nathan Chen, autore di una performance contrassegnata dall’esecuzione di due salti quadrupli di qualità, il sachow e il toeloop (singolo e in combinazione con il triplo toeloop). Con il miglior riscontro sulle componenti del programma, il detentore del titolo iridato ha conquistato il punteggio di 199.49 (105.91, 96.38) distanziando di un punto il compagno di squadra Vincent Zhou, autore del miglior punteggio tecnico grazie all’esecuzione del quadruplo lutz, del quadruplo salchow e del quadruplo toeloop con cui ha ottenuto 198.50 (110.14, 88.36). Eroica la prova del Vice Campione Olimpico Shoma Uno, terzo con 189.46 (100.88,89.58). Il padrone di casa, dopo un inizio davvero promettente in cui ha eseguito quadruplo flip/triplo toeloop e il quadruplo flip, ha atterrato con step out il quadruplo salchow, cadendo poi in modo rovinoso nell’estrema combinazione triplo axel/quadruplo toeloop, terminando il programma con qualche sbavatura causata certamente dal dolore provocato precedentemente dall’impatto del corpo sul ghiaccio.

Alla fine della seconda giornata a guidare la classifica provvisoria è il Team USA (68 punti), seguito dal Giappone (62) e dalla Russia (61). In quarta posizione si trova la Francia (50); continua la lotta serrata tra Canada (44) e Italia (42).

CLASSIFICA PROVVISORIA WORLD TEAM TROPHY 2019

Rank Team Nation Men Ladies Pairs Ice Dance Total Points
SP FS SP FS SP FS SD FD
1 Team United States of America USA 12 9 8 10 10 68
11 8
2 Team Japan JPN 10 12 7 7 7 62
9 10
3 Team Russia RUS 8 11 12 11 11 61
1 7
4 Team France FRA 5 5 11 12 12 50
2 3
5 Team Canada CAN 6 6 9 8 9 44
4 2
6 Team Italy ITA 7 4 10 9 8 42
3 1

Video - Nicole Della Monica-Matteo Guarise ottavi dopo il corto

02:49