Imago

Amarezza Francesca Lollobrigida: settimo posto nella mass start, 12° Giovannini

Amarezza Francesca Lollobrigida: settimo posto nella mass start, 12° Giovannini

Il 24/02/2018 alle 14:20Aggiornato Il 24/02/2018 alle 14:37

La pattinatrice romana lotta fino all'ultimo sprint ma non riesce a centrare il podio nella mass start di pattinaggio di velocità, chiudendo al settimo posto la gara vinta dalla giapponese Nana Takagi; argento per la beniamina di casa Bo-Reum Kim, bronzo all'olandese Irene Schouten. Sedicesima e ultima l'altra azzurra Francesca Bettrone. 12° Giovannini nella finale maschile.

Francesca Lollobrigida chiude al settimo posto la mass start femminile di speed skating alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018. A trionfare è la giapponese Nana Takagi davanti alla sud-coreana Bo-Reum Kim ed all’olandese Irene Schouten. L’azzurra si presentava alla gara da grande favorita e forte non solo della leadership nella classifica di Coppa del Mondo, ma anche del titolo europeo conquistato lo scorso mese di gennaio. Dopo una semifinale dominata e superata in scioltezza, forse spendendo anche qualche energia di troppo, alla romana è mancato lo sprint finale che in passato le aveva regalato tante gioie.

La gara ha visto la fuga da lontano dell’estone Saskia Alusalu, partita sin dal primo giro. Grazie ai punti accumulati agli sprint intermedi, la baltica ha chiuso al quarto posto, venendo poi riassorbita dal gruppo a tre giri dal termine, quando la corsa è entrata veramente nel vivo. Ai -2 Lollobrigida si trovava in sesta posizione. Riusciva a superare due avversarie, ma le mancava il guizzo per riuscire ad arpionare una medaglia. Il successo andava così a Nana Takagi, argento ai Mondiali 2017 nella mass start e già oro con il team-pursuit giapponese in questa edizione delle Olimpiadi. Bo-Reum Kim, campionessa iridata in carica, si arrendeva per soli 12 centesimi.

Terza la Schouten a 0.15, a testimonianza di una volata tiratissima, dove Lollobrigida, purtroppo, non ha mai dato la sensazione di potersi inserire. L’azzurra, grazie alla sommatoria degli sprint intermedi, ha concluso così in settima piazza. Se Arianna Fontana, Michela Moioli e Sofia Goggia avevano vinto da favorite, questa volta non si è concretizzato il poker d’oro per l’Italia. 16ma ed ultima posizione in finale per Francesca Bettrone: la medaglia d’argento degli ultimi Europei non è mai stata in gara per le prime posizioni.

Il sudcoreano Seung-Hoon Lee ha vinto la mass start maschile di speed skating alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018. Il padrone di casa ha fatto festa imponendosi nello sprint finale in maniera autoritaria grazie a un’azione conclusiva fulminante. Il 29enne ha mandato in visibilio il proprio pubblico e sale sul podio a cinque cerchi per la quinta volta in carriera, la seconda sul gradino più alto visto che a Vancouver 2010 trionfò nei 10000m. Il Campione del Mondo 2016 ha avuto la meglio sulla rivelazione belga Bart Swings (comunque sempre nella top ten nella gare disputate a queste Olimpiadi), bronzo al collo dell’olandese Koen Vermeij che aveva ottenuto la medaglia dello stesso colore in staffetta.

I tre si sono scatenati nell’ultimo giro dopo aver ripreso il tentativo del fenomeno Sven Kramer, un’icona del pattinaggio velocità che ha cercato di fare saltare il banco con un attacco in solitaria dalla lunga distanza ma che poi ha terminato le energie troppo presto. Il nostro Andrea Giovannini ha chiuso in dodicesima posizione: ha provato a emergere nelle ultime tornate ma gli è mancato lo spunto giusto per fare la differenza in un contesto altamente competitivo.

0
0