Imago

"Impossibile è nulla": le 15 frasi più celebri di Muhammad Alì

"Impossibile è nulla": le 15 frasi più celebri di Muhammad Alì

Il 04/06/2016 alle 09:23Aggiornato Il 04/06/2016 alle 10:27

Una leggenda nello sport, ma anche un'icona sociale che ha dato voce al movimento afroamericano nella lotta per l'uguaglianza, la libertà e il riconoscimento dei diritti umani: Muhammad Alì è stato un campione anche e soprattutto fuori dal ring

"Muhammad significa degno di lode, e Alì significa altissimo. Clay significa creta, polvere. Quando ho riflettuto su questo, ho capito tutto. Ci insegnano ad amare il bianco e a odiare il nero. Il nero era il male. Hanno fatto il pane degli angeli bianco e la torta del diavolo color cioccolato. Il brutto anatroccolo è nero. La magia cattiva è la magia nera. Ma quello che voglio dire è che nero è bello. Nel commercio, il nero è meglio del rosso. O pensate al succo di mora: più nera è la mora, più dolce è il succo. La terra grassa, fertile, è nera. Il nero non è il male. I più grandi giocatori di baseball sono neri. I più grandi giocatori di football americano sono neri. I più grandi pugili sono neri".

"Cassius Clay è un nome da schiavo. Non l’ho scelto e non lo voglio. Io sono Muhammad Alì, un nome libero, che significa amato da Dio, e voglio che le persone lo usino quando mi parlano".

Muhammad Alì - Cassius Clay
" Sono il più grande, l’avevo già detto anche prima di averlo saputo. Avevo capito che, se avessi continuato a ripeterlo, avrei convinto il mondo intero di esserlo."

"So cosa sto facendo, so dove sto andando. Non ho bisogno che qualcuno mi dica chi debba essere o cosa debba fare. Sono libero di essere ciò che voglio".

"Dio mi ha mandato qui per un motivo. Lo sento. Sono nato per fare tutto quello che sto facendo e che ho fatto finora".

"Chi non ha il coraggio di prendersi dei rischi, non raggiungerà mai nessun obiettivo nella vita".

"L'uomo che a cinquant'anni vede il mondo così come lo vede quando ne aveva venti ha sprecato trent'anni della sua vita".

"La vita è breve, e diventiamo vecchi velocemente. Non ha senso sprecare tempo odiando le persone".

Muhammad Alì - vita breve

"Mi piacerebbe che le persone amassero il prossimo allo stesso modo in cui amano me. Avremmo un mondo decisamente migliore".

" Impossibile è soltanto un parolone pronunciato da gente misera che trova più facile vivere nel mondo che gli è stato dato piuttosto che esplorare le possibilità che hanno per cambiarlo. Impossibile non è un dato di fatto. Impossibile è un’opinione. Impossibile non è una dichiarazione. È una sfida. Impossibile è un’eventualità. Impossibile è temporaneo. Impossibile è nulla."

"Ho lottato con un alligatore, ho fatto rissa con una balena, ho ammanettato un lampo e lanciato un fulmine in prigione; la settimana scorsa, ho ucciso una roccia, ferito una pietra, mandato un mattone in ospedale. Sono così cattivo che faccio ammalare anche le medicine".

Sulla guerra in Vietnam:

" Perché mi chiedono di indossare una divisa, andare a 10.000 miglia lontano da casa e lanciare bombe e proiettili sulle teste dei Vietcong quando i cosiddetti ‘negri’ della Louisiana sono trattati come cani e privati dei diritti umani?"

"Non ho nulla contro i Vietcong. Nessuno di loro mi ha mai chiamato negro".

Muhammad Alì, Vietnam

Dopo gli attentati dell’11 settembre: "Quello che mi ferisce realmente, è che vengono coinvolti i musulmani e l’Islam. Ma l’Islam non è una religione votata a uccidere, l’Islam è pace. Non riesco a stare seduto a casa e guardare le persone che accusano i musulmani di essere la causa di tutti i loro problemi".

"Vola leggero come una farfalla, ma pungi come un’ape".

0
0