Getty Images

Star del rugby femminile diventa oro europeo nel pugilato: l'incredibile storia di Flavia Severin

Star del rugby femminile diventa oro europeo nel pugilato: l'incredibile storia di Flavia Severin

Il 12/06/2018 alle 21:41Aggiornato Il 12/06/2018 alle 21:42

Flavia Severin ha conquistato l'oro europeo nel pugilato, categoria +81 kg, battendo Kristina Tkacheva nella finale di Sofia: un'impresa sensazionale per la ragazza bionica dello sport italiano, pilastro delle Red Panthers Treviso e della nazionale di rugby azzurra.

Fino a tre anni fa, Flavia Severin era una potenza della natura fatta donna, 180 cm per quasi 90 kg di pura forza fisica, assolutamente dominante in campo con la maglia delle Red Panthers, la sezione femminile del Benetton Treviso Rugby. Oggi ne ha lasciati per strada una decina, scendendo a 81, e laureandosi per la prima volta campionessa europea nel pugilato grazie alla vittoria in finale contro la russa Kristina Tkacheva. Se siete sorpresi, beh, sappiate che, in realtà, Flavia, di sport, ne ha praticati addirittura quattro ad alto livello.

Cresciuta con la palla da rugby in mano

Nata il 1° aprile 1987 e cresciuta a Paese, in provincia di Treviso, Flavia ha cominciato a giocare a rugby sin da bambina, ma ha dovuto smettere a 12 anni quando sono venute a mancare le squadre miste. La passione si è potuta riaccedere ai 18, quando è entrata a far parte delle Red Panthers, dove ha conquistato lo scudetto alla prima stagione, seguito da altri tre nei successivi quattro anni. Con la maglia delle Pantere, si è guadagnata presto la convocazione con la nazionale, con cui ha esordito nel febbraio 2006 e ha poi firmato il primo storico successo contro la Francia con una meta 7 anni dopo.

Il pugilato, sulle orme del papà

Dopo il Sei Nazioni 2015, Flavia si è presa una pausa dal rugby dedicandosi con maggior propensione alla grande passione del papà, il pugilato: affiliata dal 2013 alla società Treviso Ring tra i pesi massimi, è scesa sotto i 75 kg per poter competere tra i pesi medi e cercare la qualificazione alle Olimpiadi di Rio 2016, sogno sfumato in occasione dei Mondiali di Astana, dove non è riuscita a presentarsi nei limiti di peso previsti. Flavia ha comunque messo in bacheca un argento europeo dilettanti e quattro titoli nazionali, tre nei massimi e uno nei medi. Ora, il fiore all'occhiello, con il titolo europeo conquistato a Sofia.

Sport, passione totale

Come detto, Flavia è sempre stata un'atleta polivalente: oltre alle passioni del pugilato e del rugby, dov'è tornata due anni fa rientrando anche nella rappresentativa azzurra che ha disputato i Mondiali in Irlanda, Flavia ha praticato sollevamento pesi e getto del peso, disciplina in cui ha partecipato anche ai campionati nazionali.

Video - L'Italia chiude con una vittoria il Sei Nazioni: 26-12 alla Scozia e 4° posto, gli highlights

02:17
0
0