Getty Images

Conor O'Shea: "Orgoglioso dell'Italia. Contento per Minozzi, ora pensiamo agli Springboks"

Conor O'Shea: "Orgoglioso dell'Italia. Contento per Minozzi, ora pensiamo agli Springboks"

Il 26/09/2019 alle 15:49Aggiornato Il 26/09/2019 alle 15:54

Gli azzurri hanno sconfitto per 48-7 il Canada, raggiungendo così l'obiettivo minimo delle due vittorie. Ora ci sarà la doppia sfida contro Sudafrica e Nuova Zelanda, ma essere arrivati fino a questo punto ha fatto felice il ct.

L’Italia ha ottenuto la sua seconda vittoria in questo Mondiale grazie al successo per 48-7 sul Canada, una vittoria che pone gli azzurri in testa al girone in attesa delle sfide impossibili contro Sudafrica e Nuova Zelanda. Insomma, l’Italia ha ottenuto il suo obiettivo: vincere due gare e avvicinarsi alla qualificazione ai prossimi Mondiali. C’è tanta soddisfazione nelle parole da parte di Conor O’Shea che è felice per la prestazione dei suoi.

" Siamo contenti della prestazione di tutti e abbiamo raggiunto il nostro primo obiettivo, vincere le prime due partite in quattro giorni con il bonus. La gestione del gruppo da parte di Dean in questi giorni è stata ottima. Rispetto alla Namibia siamo stati più concreti e precisi nell’esecuzione. Due partite in quattro giorni non sono difficili solo dal punto di vista fisico, ma anche mentale. Siamo molto contenti e adesso vogliamo avere una bella serata tutti insieme, per poi preparare al meglio la prossima gara contro il Sudafrica. Sono orgoglioso di tutta la squadra"
" 4 anni fa l’Italia vinse 23-18 contro il Canada? Penso che rispetto al 23-18 di quattro anni fa sono stati fatti passi in avanti. Adesso vogliamo mostrare il nostro massimo livello nelle prossime due partite. Sul 17-0 il Canada ci ha messo sotto pressione, ma i ragazzi sapevano cosa fare. Abbiamo faticato nei secondo 20 minuti della ripresa, ma i ragazzi avevano più potenza fisica e l’hanno sfruttata nel migliore dei modi. Da domani inizieremo a pensare agli Springboks. C’è molta competizione alle spalle di questo gruppo che rappresenterà il futuro della Nazionale. Ora viviamo il presente e il nostro futuro si chiama Sudafrica"

Poi una menzione speciale per Minozzi

" Prima della partita ho ricordato a lui che un anno fa ero andato a casa sua dopo la prima operazione, aveva avuto un brutto infortunio e adesso è fantastico averlo di nuovo in campo. Ha testa e mentalità diversa oggi e sono felice per lui"

A parlare anche Dean Budd, il capitano in occasione della gara con il Canada

" Prima della partita ho ricordato ai ragazzi di mantenere il focus su ciò che abbiamo sviluppato in allenamento e andare sempre avanti come squadra. C’è tanta qualità in questo gruppo e giorno dopo giorno abbiamo sempre più confidenza nei nostri mezzi. I gradi di capitano? Questa partita per me ha un valore ancora più grande, ma il gruppo viene sempre prima"

***

Video - L'Italia, le favorite, le sorprese: i pronostici Mondiali di Antonio Raimondi e Vittorio Munari

04:45
0
0