Getty Images

Errori, rossi e infortuni: Italia travolta dal Sudafrica 49-3, è addio ai quarti di finale

Errori, rossi e infortuni: Italia travolta dal Sudafrica 49-3, è addio ai quarti di finale

Il 04/10/2019 alle 13:47Aggiornato Il 04/10/2019 alle 16:21

L'Italia ci prova nel primo tempo, ma deve fare i conti con due infortuni in rapida successione e a diversi errori in fase offensiva. C'è ancora partita al 40', ma in avvio di ripresa c'è il rosso diretto comminato a Lovotti che lascia i suoi in 14. Diventa così facile per il Sudafrica che porta a casa la vittoria con 6 mete. Per l'Italia il Mondiale è praticamente finito.

Italia, l’impresa non arriva. Serviva battere il Sudafrica per centrare una storica - quanto insperata - qualificazione ai quarti di finale, ma la mission diventa subito impossibile quando gli azzurri perdono in pochi minuti Ferrari e Riccioni per infortunio. La prima linea diventa vulnerabile e gli Springboks vanno subito in meta con uno scatenato Kolbe. C’è comunque partita, con l’Italia che va a punti con Allan e che spreca, cercando solo e sempre la touche per andare in meta senza portare a casa ‘un po’ di macinato’ con i diversi calci di punizione conquistati. Nel secondo tempo il definitivo addio ad ogni sogno, con il rosso comminato a Lovotti che rovescia, a gioco fermo, Vermeulen in collaborazione di Quaglio. Wayne Barnes rivede il tutto al TMO e lascia così gli azzurri in 14 per tutta la ripresa. Da quel momento è un gioco al massacro con il Sudafrica che va in meta con una certa facilità. Finisce, in pratica, anche il Mondiale dell’Italia: il 3° posto è cosa fatta, ma per andare ai quarti servirebbe battere la Nuova Zelanda...

Cronaca

L’Italia perde Ferrari per infortunio e deve far fronte all’aggressività del Sudafrica che vuole subito andare in meta: ce la fa Kolbe che supera Campagnaro e Minozzi sul lungo linea di destra. L’Italia fa punti con un calcio di Allan, ma Pollard ristabilisce il break di vantaggio con un calcio di punizione. L’Italia perde anche Riccioni, entrato proprio per Ferrari, che viene colpito alle costole. Entra Quaglio e l’Italia va vicino alla meta con Polledri che viene chiuso a 5 metri dalla linea della gloria. Dall’altra parte il Sudafrica è più cinico e va in meta con Mbonambi, con Pollard che firma il 17-3. Gli azzurri sono indisciplinati e rischiano più volte il cartellino giallo, ma in qualche modo la fase difensiva risce a tenere evitando un’altra meta.

Morisi, Pollard - Sudafrica-Italia - 2019 World Cup Rugby Japan - Getty Images

Morisi, Pollard - Sudafrica-Italia - 2019 World Cup Rugby Japan - Getty ImagesGetty Images

L’Italia cerca subito la meta con Steyn in avvio di secondo tempo, ma arriva il placcaggio di Lovotti a gioco fermo, con il pilone delle Zebre che viene espulso al 43’. A questo punto è un gioco da ragazzi per il Sudafrica che fa punti con Pollard su punizione e va in meta con Kolbe e Am che trova anche il punto di bonus offensivo. Il Sudafrica non si ferma e arrivano anche le mete di Mapimpi, Snyman e Marx per il 49-3 definitivo.

La statistica

15 - Le presenze di Sergio Parisse ai Mondiali. Diventa così l'azzurro con più presenze ad un Mondiale e supera Brian O'Driscoll nella classifica dei giocatori più presenti con le rispettive Nazionali con 142 caps.

Il Tweet

L’Italia ha guadagnato un tifoso speciale in Giappone...

Tabellino

Sudafrica-Italia 49-3

SUDAFRICA: 15 Willie LE ROUX, 14 Cheslin KOLBE, 13 Lukhanyo AM, 12 Damian DE ALLENDE, 11 Makazole MAPIMPI, 10 Handré POLLARD, 9 Faf DE KLERK, 8 Duane VERMEULEN, 7 Pieter-Steph DU TOIT, 6 Siya KOLISI, 5 Lood DE JAGER, 4 Eben Etzebeth, 3 Frans MALHERBE, 2 Bongi MBONAMBI, 1 Tendai MTAWARIRA. A disposizione: 16 Malcolm MARX, 17 Steven KITSHOFF, 18 Vincent KOCH, 19 RG SNYMAN, 20 Franco MOSTERT, 21 Francois LOUW, 22 Herschel JANTJIES, 23 François STEYN. Ct: Rassie Erasmus

ITALIA: 15 Matteo MINOZZI, 14 Tommaso BENVENUTI, 13 Luca MORISI, 12 Jayden HAYWARD, 11 Michele CAMPAGNARO, 10 Tommaso ALLAN, 9 Tito TEBALDI, 8 Sergio PARISSE, 7 Jake POLLEDRI, 6 Abraham STEYN, 5 Dean BUDD, 4 David SISI, 3 Simone FERRARI, 2 Luca BIGI, 1 Andrea LOVOTTI. A disposizione: 16 Federico ZANI, 17 Nicola QUAGLIO, 18 Marco RICCIONI, 19 Federico RUZZA, 20 Alessandro ZANNI, 21 Sebastian NEGRI, 22 Callum BRALEY, 23 Carlo CANNA. Ct: Conor O’Shea

I punti: 6' meta Kolbe (S), tr Pollard (S); 9' calcio Allan (I); 12' calcio Pollard (S), 27' meta Mbonambi (S), tr Pollard (S), 52’ calcio Pollard (S), 53’ meta Kolbe (S), 59’ meta Am (S), tr Pollard (S), 68’ meta Mapimpi (S), tr Pollard (S), 80+2 meta Marx (S)

Arbitro: Wayne Barnes (Galles)

Espulsi: 43’ Lovotti (I)

***

Video - L'Italia, le favorite, le sorprese: i pronostici Mondiali di Antonio Raimondi e Vittorio Munari

04:45
0
0