Getty Images

La Francia ai raggi x: esclusioni eccellenti, ma rientra Bastareaud a distanza di 3 anni

La Francia ai raggi x: esclusioni eccellenti, ma rientra Bastareaud a distanza di 3 anni

Il 22/02/2018 alle 23:00Aggiornato Il 23/02/2018 alle 00:54

Dal nostro partner OAsport.it

Francia-Italia: in palio il Trofeo Garibaldi e non solo. La partita del Vélodrome, contro i cugini transalpini, è piena di tanti significati, in primis la partecipazione azzurra al Sei Nazioni. Il 40-32 maturato a Grenoble nell’ormai lontano 1997 ha di fatto segnato l’ingresso nel torneo degli azzurri.

Francia in crisi e senza Teddy Thomas

21 anni dopo, ecco un nuovo confronto tra azzurri e bleus, con i transalpini che non sono mai stati così in difficoltà come in queste settimane, con due ko nelle prime due giornate del Sei Nazioni. Certo, le due partite perse sono state delle autentiche battaglie, ma contro gli azzurri, in un’inedita partita da giocare di venerdì sera (prima volta assoluta per l’Italia), non a Parigi ma a Marsiglia (prima volta lontano da una capitale per il Sei Nazioni), mancherà Teddy Thomas, autore di tutte e tre le mete francesi nelle prime due gare, contro Irlanda e Scozia, escluso dal ct Jacques Brunel e multato dal suo club per “comportamento inappropriato” dopo la sconfitta in terra scozzese.

Video - Sei Nazioni 2018: Scozia-Francia 32-26, gli highlights

02:17

Altri 8 giocati non convocati per motivi disciplinari, c'è invece Bastareaud

Notizia che accogliamo con piacere, in considerazione che mancheranno altri 8 giocatori ai transalpini, assenti sempre per motivi disciplinari: a casa Belleau, Danty, Iturria, Lapandry, Lambey, Lamerat, Macalou e Picamoles. Al loro posto sono stati chiamati Francois Trinh Duc, Gaël Fickou, Rémy Grosso, Romain Taofifénua, Bernard Le Roux, Mathieu Babillot, Kélian Galletier e Baptiste Couilloud, oltre al ritorno di Mathieu Bastareaud.

In molti sono rimasti sorpresi del rientro in Nazionale di Bastareaud, assente in questo periodo - anche lui - per motivi disciplinari...

" Mathieu ha molta esperienza, e quest'anno ha conquistato una dimensione nuova diventando il capitano del Toulon. Ha la vita del giocatore che cerco, lui prova a fare il massimo, è un esempio. Spero che possa trasmettere questo al gruppo. [Jacques Brunel sul ritorno in Nazionale di Bastareaud]"

La formazione di Brunel contro l'Italia

FRANCIA: 15 Hugo BONNEVAL, 14 Benjamin FALL, 13 Mathieu BASTAREAUD, 12 Geoffrey DOUMAYROU, 11 Rémy GROSSO, 10 Lionel BEAUXIS, 9 Maxime MACHENAUD, 8 Marco TAULEIGNE, 7 Yacouba CAMARA, 6 Wenceslas LAURET, 5 Sébastien VAHAAMAHINA, 4 Paul GABRILLAGUES, 3 Rabah SLIMANI, 2 Guilhem GUIRADO, 1 Jefferson POIROT. Panchina: 16 Adrien Pélissié, 17 Dany Priso, 18 Cedate Gomes Sa, 19 Romain Taofifénua, 20 Kélian Galletier, 21 Baptiste Couilloud, 22 François Trinh-Duc, 23 Gaël Fickou. Ct: Jacques Brunel

Alla Francia, con l’esclusione di Belleau, restano i soli Maxime Machenaud e Baptiste Serin ad aver realizzato dei punti nei primi incontri, tutti su punizione o conversione. La selezione transalpina che si presenta a Marsiglia dunque è più debole di quella vista all’opera finora. Finalmente i tempi sono maturi per riportare il Trofeo Garibaldi in patria?

Video - Dal tornado irlandese alla maestria di Farrell: cosa ci ha insegnato il 2° weekend di Sei Nazioni

01:06
0
0