LaPresse

O'Shea: "L'Italia sta imparando partita dopo partita, credo molto nel percorso che stiamo facendo"

O'Shea: "L'Italia sta imparando partita dopo partita, credo molto nel percorso che stiamo facendo"

Il 22/02/2018 alle 21:00Aggiornato Il 23/02/2018 alle 00:55

Nonostante i due ko nelle prime due giornate, e gli 0 punti conquistati, O'Shea è soddisfatto del lavoro fatto dalla sua Italia in questa prima parte del Sei Nazioni. È partito un percorso di crescita importante e contro la Francia serve una grande prestazione: "Mi auguro riusciremo ad offrire a noi e ai nostri fan una prestazione di cui andare fieri".

È tempo di vigilia per l'Italia che al Vélodrome di Marsiglia affronterà la sua terza gara del Sei Nazioni 2018. Di fronte ci sarà la Francia che arriva da due sconfitte, e gli azzurri sognano il colpaccio per togliere lo 0 alla casella vittorie.

Il ct O'Shea fa un bilancio di queste prime due giornate, un bilancio che il selezionatore irlandese trova comunque positivo...

" Abbiamo un gruppo giovane, che impara partita dopo partita. Sapevamo che le prime due partite contro Inghilterra e Irlanda sarebbero state molto dure, ma c’è molto di positivo nelle nostre prestazioni. Ma abbiamo sbagliato molte cose che avremmo potuto controllare, un errore da non ripetere contro la Francia"
" Ho molta fiducia nei nostri trequarti, confermati integralmente per la terza partita di fila, ma più in generale credo moltissimo in questo gruppo e nel percorso che stiamo facendo insieme. Un anno fa la profondità e la competizione interna su cui possiamo contare oggi erano totalmente diverse, e spero che tutti vedano i grandi progressi che stiamo facendo con Benetton e Zebre"

Video - Super Treviso, con i Dragons arriva la quinta vittoria di fila: gli highlights

03:36
" A Dublino, nel primo tempo non abbiamo fatto quello che avevamo previsto, ma è importante per noi questo venerdì imparare dai nostri errori e far vedere il nostro piano di gioco, mettere in mostra il nostro rugby per tutta la partita. Alla fine vedremo il risultato"

Contro la Francia si può tentare qualcosa di importante...

" La Francia è una squadra molto forte, insieme all’Inghilterra è la Nazionale con la maggiore profondità di scelta e basta vedere la formazione annunciata da Brunel per rendersene conto. Per noi la gara di venerdì è una nuova opportunità, nelle prime due giornate abbiamo segnato cinque mete e costruito molte altre occasioni. Non dobbiamo pensare alla Francia, ma concentrarci su noi stessi e mi auguro riusciremo a offrire a noi e ai nostri fan una prestazione di cui andare fieri"

Video - Diego Dominguez, il numero 10 perfetto che l'Italia sta ancora cercando di clonare

02:15
0
0