Getty Images

Italia, che delusione: contro la Francia arriva la quinta sconfitta su cinque

Italia, che delusione: contro la Francia arriva la quinta sconfitta su cinque

Il 16/03/2019 alle 15:27Aggiornato Il 16/03/2019 alle 16:00

Azzurri in partita ma in grado di segnare una sola meta con Tebaldi all’Olimpico contro i Galletti: finisce 25-14, con la 22a sconfitta consecutiva per i ragazzi di Conor O’Shea, ormai a secco di successi nel Torneo dal 28 febbraio 2015. Arriva un altro Cucchiaio di legno, il 9° in 20 edizioni di Sei Nazioni.

Ci aspettavamo un sussulto, un segno di vita da parte dell’Iltarugby, ma nemmeno l’ultima occasione – all’Olimpico contro la Francia – riesce ad accendere Parisse e compagni. L’Italia parte bene, tiene botta, gioca al piede, ma non riesce a concretizzare le occasioni che crea, pur dominando territorialmente. La Francia, non certo la migliore di sempre, punge tre volte nelle uniche occasioni che le si presentano, ma tanto basta per imporsi. L'Italia segna con Tebaldi e sfiora più volte la seconda meta, ma le manca sempre qualcosa nel momento decisivo. Un vero e proprio peccato: questa era certamente una partita da vincere, perché le condizioni c'erano tutte e - soprattutto - l'avversario non era mai stato così a portata. E invece siamo qui a commentare l'ennesima sconfitta, la 5a su 5 in questo Sei Nazioni, la 22a di fila al torneo.

Cronaca

L’Italia vuole spendersi bene l’ultima carta, la Francia ha tanta pressione addosso: i primi punti del match sono degli azzurri, con Allan a piazzare bene in mezzo ai pali da posizione favorevole. C’è battaglia in mezzo al campo, la mischia italiana rovescia quella francese e si guadagna un altro calcio: Allan segna e al 12’ è 6-0 Italia. La Francia prova ad alzare il ritmo, forzando i calci lunghi. Al 16’ bella giocata di Medard per Penaud e Dupont trova la prima meta della partita e il primo vantaggio per gli ospiti dopo la trasformazione di Ntamack. I Galletti prendono fiducia e subito dopo la meta ribaltano gli azzurri in mischia: arriva il 10-6 sempre di Ntamack. L’Italia non molla: con il calcio a favore, va per il bersaglio grosso e non per i pali. Zanon sfiora la sua prima meta in azzurro, la mischia arriva in fondo ma la palla è tenuta alta: gli azzurri hanno un buon “momentum” ma non concretizzano. Un placcaggio tardivo di Bastareaud su Esposito dà un’altra chance ai nostri, che cercano la meta prima della fine del primo tempo ma non la trovano, nonostante ripetuti tentativi.

Video - Gran finta e Tebaldi e va a segno: meta dell'Italia con la Francia

01:25

Gli azzurri ripartono bene nella ripresa: Camara regala un calcio ad Allan, che porta l’Italia a -1. La tensione è palpabile, la Francia sembra aver paura di vincere mentre l’Italia non vuole assolutamente perdere. I Galletti però quando mettono il naso nel nostro campo, segnano: succede al 46’ quando Tebaldi manca il placcaggio a Ntamack che mette in movimento i compagni, Huget firma la seconda meta degli ospiti. Ntamack mette la palla tra i pali, mentre Allan - che ne avrebbe la possibilità solo un paio di minuti dopo - sbaglia malamente. Sul 17-9, ecco il riscatto dell’Italia: Zanon sfonda centralmente dando a Tebaldi la possibilità di andare in meta. Il nostro numero 9 opera un’ottima finta e ne approfitta. Allan però non trasforma. Il gioco si ferma intorno al 58’, quando si fa male Leonardo Ghiraldini che deve abbandonare il campo in barella. Ancora una volta la Francia si fa avanti e trova punti, questa volta con un perfetto drop di Ntamack. L’Italia invece deve battagliare: ancora Tebaldi sfiora la meta al 65’. Il finale è teso: al 71’ la Francia rimane in 14 in seguito a un cartellino giallo a Chat. Al 73’ il pubblico dell’Olimpico grida alla meta ma Zanon viene contrastato da Penaud proprio al momento di schiacciare oltre la linea. E’ lo stesso Penaud a chiudere il match con una gran cavalcata per la terza meta francese. Finisce 25-14.

Video - Zanon sfiora soltanto la meta: che salvataggio di Penaud nel finale di Italia-Francia

01:18

La statistica

100 - Partite al Sei Nazioni per l’Italia: lo score dice 12 partite vinte, 1 pareggiata, 87 perse. La vittoria manca ormai da 22 partite, dallo storico 22-19 in casa della Scozia datato 28 febbraio 2015

Il tweet

Applausi per Ghiraldini infortunato.

Tabellino Italia-Francia 14-25

Italia: 15 Jayden Hayward, 14 Edoardo Padovani, 13 Marco Zanon, 12 Luca Morisi, 11 Angelo Esposito, 10 Tommaso Allan, 9 Tito Tebaldi, 8 Sergio Parisse (c), 7 Jake Polledri, 6 Abraham Jurgens Steyn, 5 Federico Ruzza, 4 David Sisi, 3 Tiziano Pasquali, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Andrea Lovotti. Panchina: 16 Luca Bigi, 17 Cherif Traore’, 18 Simone Ferrari, 19 Alessandro Zanni, 20 Sebastian Negri, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Ian McKinley, 23 Luca Sperandio

Francia: 15 Maxime Medard, 14 Damian Penaud, 13 Mathieu Bastareaud, 12 Wesley Fofana, 11 Yoann Huget, 10 Romain Ntamack, 9 Antoine Dupont, 8 Louis Picamoles, 7 Yacouba Camara, 6 Gregory Alldritt, 5 Paul Willemse, 4 Felix Lambey, 3 Demba Bamba, 2 Guilhem Guirado (c), 1 Etienne Falgoux. Panchina: 16 Camille Chat, 17 Dany Priso, 18 Dorian Aldegheri, 19 Paul Gabrillagues, 20 Arthur Iturria, 21 Baptiste Serin, 22 Camille Lopez, 23 Thomas Ramos

Arbitro: Matthew Carley (Inghilterra)

I punti: 6’ calcio Allan (Ita), 12’ calcio Allan (Ita), 16’ meta Dupont, tr Ntamack (Fra), 20’ calcio Ntamack (Fra), 42’ calcio Allan (Ita), 46’ meta Huget, tr Ntamack (Fra), 54’ meta Tebaldi (Ita), drop Ntamack (Fra), 79’ meta Penaud (Fra).

Cartellini: 71’ giallo a Chat (Fra)

***

Video - Sonny Bill Williams in lacrime dopo l'attentato di Christchurch

01:03
0
0