Getty Images

Tripudio Galles: batte l'Irlanda e si prende Sei Nazioni e Grande Slam

Tripudio Galles: batte l'Irlanda e si prende Sei Nazioni e Grande Slam
Di Eurosport

Il 16/03/2019 alle 17:37Aggiornato Il 16/03/2019 alle 17:51

I Dragoni tornano sul tetto d'Europa dopo 6 anni, concludendo un Sei Nazioni perfetto: 5 partite, 5 vittorie, l'ultima per 25-7 contro l'Irlanda campione in carica.

No, non c'è bisogno di Inghilterra-Scozia per conoscere chi sarà il vincitore del Sei Nazioni 2019: è il Galles a gioire 6 anni dopo l'ultima volta. Un successo completo quello dei Dragoni guidati da Warren Gatland che può festeggiare il suo 3° Sei Nazioni, il 2° concluso con il Grande Slam in 11 anni. Un successo suggellato dal rotondo 25-7 con cui Alun Wyn Jones e compagni hanno surclassato l'Irlanda, campione uscente - ora si può dirlo - del Torneo.

Al Millenium Stadium, con tanto di tetto aperto e sotto una pioggia battente, non c'è mai storia: la meta - l'unica della partita - arriva subito a inizio partita. Un pezzo di bravura di Gareth Anscombe, il numero 10 che pennella un assist al bacio per il compagno di squadra Hadleigh Parkes che segna subito e fa impazzire il pubblico di casa. Il resto del match è tutto di lotta e difesa da parte dei gallesi che provano in ogni modo a limitare gli irlandesi e quando possono fanno male, sempre con il piede del loro numero 10. Alla fine però la meta irlandese arriva, proprio all'83', grazie a Jordan Larmour. Alla fine è 25-7.

Irlanda ko, Sei Nazioni in saccoccia con tanto di Grande Slam e - come se non bastasse - in arrivo anche il secondo posto nel ranking mondiale. "Chiamate i rinforzi nei pub di Cardiff", dice Munari...

Galles: 15 Liam Williams, 14 George North, 13 Jonathan Davies, 12 Hadleigh Parkes, 11 Josh Adams, 10 Gareth Anscombe, 9 Gareth Davies, 8 Ross Moriarty, 7 Justin Tipuric, 6 Josh Navidi, 5 Alun Wyn Jones (c), 4 Adam Beard, 3 Tomas Francis, 2 Ken Owens, 1 Rob Evans
Panchina: 16 Elliot Dee, 17 Nicky Smith, 18 Dillon Lewis, 19 Jake Ball, 20 Aaron Wainwright, 21 Aled Davies, 22 Dan Biggar, 23 Owen Watkin

Irlanda: 15 Rob Kearney, 14 Keith Earls, 13 Garry Ringrose, 12 Bundee Aki, 11 Jacob Stockdale, 10 Jonathan Sexton, 9 Conor Murray, 8 CJ Stander, 7 Sean O’Brien, 6 Peter O’Mahony, 5 James Ryan, 4 Tadhg Beirne, 3 Tadhg Furlong, 2 Rory Best (c), 1 Cian Healy
Panchina: 16 Niall Scannell, 17 Dave Kilcoyne, 18 Andrew Porter, 19 Quinn Roux, 20 Jack Conan, 21 Kieran Marmion, 22 Jack Carty, 23 Jordan Larmour

Video - “Di esterno uncinato, di esterno uncinato”: Munari si esalta per il passaggio di Anscombe a Parkes

01:26
0
0