Getty Images

Fenomenale Ryoyu Kobayashi: sesta vittoria consecutiva. Insam 47°

Fenomenale Ryoyu Kobayashi: sesta vittoria consecutiva. Insam 47°

Il 12/01/2019 alle 18:16Aggiornato Il 12/01/2019 alle 18:47

Dal nostro partner OAsport.it

Ryoyu Kobayashi non sbaglia un colpo e prolunga la sua striscia di vittorie consecutive in Coppa del Mondo a quota 6, eguagliando il primato fatto segnare da altri quattro atleti e garantendosi la possibilità di superarlo in occasione della gara di domani. Il nipponico ha semplicemente dominato in lungo e in largo sul trampolino HS135 di Predazzo, sede della nona tappa della Coppa del Mondo 2018-2019 di salto con gli sci maschile, rifilando un margine abissale al resto della concorrenza in condizioni abbastanza lineari di vento alle spalle.

Kobayashi ha fatto la differenza a partire dalla prima serie con uno strepitoso salto da 135 metri e 153.3 punti che gli ha permesso di vincere la prima manche con 16.4 punti di vantaggio sul polacco Dawid Kubacki (122 metri e 136.9 punti) e 17 sull’austriaco Stefan Kraft (121.5 metri e 136.3 punti). Nel secondo round il copione non è mutato ed il nativo di Hachimantai ha addirittura eguagliato il record del trampolino con 136 metri da stanga 10 (una stanga più bassa rispetto agli inseguitori), totalizzando 161.7 punti parziali per uno score finale di 315. Dawid Kubacki ha difeso strenuamente la piazza d’onore con una seconda prova di tutto rispetto, precedendo il connazionale Kamil Stoch (autore del secondo punteggio di manche con 151.6) di 5.6 punti e l’austriaco Stefan Kraft (rimasto ai piedi del podio a causa di un atterraggio non perfetto) di 6.9. Buona quinta piazza per il tedesco Stefan Leyhe, reduce dal podio nella classifica generale di Tournée, che è riuscito ad ottenere una misura competitiva (127.5 metri) nella seconda serie nonostante una folata di 1 m/s di vento alle spalle chiudendo con 275.1 punti complessivi.

Video - Kobayashi fa un altro sport: salto esagerato in val di Fiemme, annichilita la concorrenza

01:20

Gara molto difficile per Alex Insam, unico azzurro qualificato alla gara odierna, il quale non è riuscito ad entrare tra i migliori 30 della prima manche dovendo così abbandonare le speranze di rientrare in zona punti. Il nativo di Bressanone non è riuscito a rendere al meglio nell’appuntamento casalingo a causa del forte vento alle spalle in uscita dal dente (condizione abbastanza uniforme nell’arco dell’intera gara) che non gli ha consentito di sprigionare le sue capacità aerodinamiche in fase di volo. Insam ha così chiuso la prima gara del fine settimana in 47^ piazza con un salto da 105.5 metri e 98.8 punti, distante 17 lunghezze dall’accesso alla seconda serie.

0
0